Muore schiacciato da un albero. Ponsacco in lutto per l’agricoltore scomparso

La tragedia ieri mattina in un terreno agricolo in via Buonarroti, a pochi metri dall’argine del fiume Cascina Il corpo di Sebastiano De Feo, 76 anni, è stato scoperto da un pensionato intorno alle 10

Sullo sfondo l’albero in cui ha trovato la morte Sebastiano De Feo, 76 anni, travolto dalla piante mentre la stava tagliando. E’ deceduto sul colpo

Sullo sfondo l’albero in cui ha trovato la morte Sebastiano De Feo, 76 anni, travolto dalla piante mentre la stava tagliando.

Ponsacco, 17 febbraio 2024 – La tragedia in un ampio appezzamento agricolo nella campagna di Ponsacco, a poche decine di metri dal fiume Cascina. Un uomo di 76 anni, Sebastiano De Feo, è morto schiacciato dall’albero che stava tagliando. Ad accorgersi di quanto accaduto è stato un pensionato che ha visto l’albero, l’unico che si trovava nell’ampio terreno a cui si accede da un viottolo, tagliato con a fianco un’auto. Si è avvicinato e ha scoperto il corpo del settantaseienne sotto il tronco della pianta. Ha subito dato l’allarme al 112 richiedendo l’intervento dei soccorritori. Ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Sebastiano De Feo è morto sul colpo.

Una squadra dei vigili del fuoco è stata inviata intorno alle 10,30 nel terreno a cui si accede da via Michelangelo Buonarroti per soccorso a persona. All’arrivo sul posto la squadra dei pompieri ha estratto da sotto il tronco l’uomo ormai esamine. Il personale sanitario, il medico del 118 e i soccorritori, non hanno potuto far altro che constatare il decesso del pensionato, mentre l’aliambulanza Pegaso 3, che era stata allertata per il trasporto del ferito in un ospedale attrezzato, ha abortito la missione ed è tornata alla base del Cinquale a Massa.

Il ritrovamento del cadavere è avvenuto intorno alle 10. "Ho visto l’albero per terra e mi sono avvicinato – ha detto il pensionato che ha dato l’allarme – Ho visto che sotto c’era Sebastiano e non rispondeva". Subito dopo sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Ponsacco con i colleghi della compagnia di Pontedera. I militari dell’Arma hanno effettuato tutti i rilievi e gli accertamenti del caso dai quali non è emerso niente che possa far pensare a una drammatica fatalità. Sebastiano De Feo stava tagliando l’albero quando la pianta all’improvviso ha ceduto e l’ha schiacciato. Senza dargli alcuna possibilità di mettersi in salvo. L’incidente, sempre secondo quanto avrebbero accertato i carabinieri, non vede coinvolte altre persone nè altri responsabili. Neppure i proprietari del terreno dove si trovava la pianta che De Feo aveva deciso di tagliare.

Il settantaseienne curava il suo orto che si trova a qualche decina di metri di distanza dall’albero che ieri mattina ha deciso di tagliare. Un orto con un piccolo pollaio. Con molta probabilità la decisione di buttar giù l’albero è stata presa dallo stesso Sebastiano De Feo per poi raccogliere un po’ di legna da mettere da parte per la prossima stagione invernale. Questa l’ipotesi più probabile su quelle che possiamo definire le cause del mortale incidente.

Quando mancavano pochi minuti a mezzogiorno e mezzo di ieri mattina la salma è stata rimossa dal terreno agricolo e messa a disposizione dei familiari per il funerale. Il magistrato di turno, informato dai carabinieri sulla dinamica del tragico incidente, ha deciso di non richiedere l’esame autoptico.

La notizia del mortale incidente nel terreno a ridosso di via Buonarroti ha destato profondo cordoglio in tutta la cittadina del mobile. Sebastiano De Feo era molto conosciuto, così come i suoi figli e familiari. In tanti, già ieri mattina dopo aver appreso di cosa era successo, si sono voluti avvicinare di persona al terreno agricolo dove il settantaseienne ha perso la vita schiacciato dall’albero che stava tagliando.