Ponsacco (Pisa), 20 marzo 2019 - "Ho lasciato un segno". Poi, pochi minuti dopo, la morte. Sta anche nel messaggio audio mandato su Whatsapp a un'amica la soluzione del mistero per la tragica fine di Salvatore Cipolletti, 24 anni, di Ponsacco. Il ragazzo è morto in Polonia, dove si trovava con alcuni amici italiani con cui era solito giocare a un simulatore di guerra molto noto, "Call of Duty".

image

Era uno dei tanti viaggi fatti con gli amici. Giornate all'insegna del relax e della passione per i videogiochi che si sono trasformare in tragedia. Il ragazzo è morto cadendo dal settimo piano dell'albergo in cui era. Prima di morire, appunto, questo messaggio audio in inglese. "L'ho lasciato questo marchio, quindi ho vinto", dice in un'altra parte di questo messaggio il ragazzo, che invia la nota vocale a una ragazza di Cascina sua amica. Pochi minuti dopo il tragico volo e l'allarme di due turiste olandesi che vedono il corpo a terra. 

Cosa voleva dire il ragazzo con questo messaggio? C'entra qualcosa il videogioco a cui il gruppo di ragazzi era da tempo appassionato? Le indagini vanno avanti e vengono seguite, per la famiglia del giovane, dall'avvocato Ivo Gronchi. 

Il ragazzo era uno studente universitario. Le autorità polacche hanno prima catalogato la tragedia come suicidio. Poi hanno deciso di approfondire le indagini, tanto che la salma, il cui rientro era previsto per oggi in Italia, è rimasta in Polonia per ulteriori accertamenti.. Perquisizioni sono state effettuate nella camera d'albergo in cui dormiva il gruppo.