Morti sul deltaplano. Stop alla festa per lutto

L’associazione dei commercianti di Bientina ha annullato l’evento in programma il 21 giugno. L’attesa per il rilascio delle salme.

Morti sul deltaplano. Stop alla festa per lutto

Morti sul deltaplano. Stop alla festa per lutto

VALDERA

Non c’è ancora la data dei funerali di Paolo Fagiolini e Riccardo Montanari, i due amici morti domenica mattina precipitando con l’ultraleggero sulla pista in erba dell’aviosuperficie Tuscany Flight tra La Catena e Ponte a Egola, nel comune di San Miniato. La Procura ha aperto un fascicolo per l’indagine in corso, come avviene sempre in questi casi, per cercare di far luce sulle cause dell’incidente aereo. Le ipotesi al vaglio degli inquirenti sarebbero tre: un guasto meccanico, una manovra errata o un malore che potrebbe aver colpito il pilota Paolo Fagiolini durante le operazioni di atterraggio. Il velivolo, infatti, è stato visto iniziare a ruotare su se stesso mentre era a un centinaio di metri sopra la verticale centrale della pista del Tuscany Flight. Montanari era seduto sul sedile posteriore ed era il suo primo volo. Poco prima, insieme a Fagiolini, era salita sull’ultraleggero la moglie di Montanari.

La Procura ha disposto l’autopsia, ma non si sa se solo per Fagiolini o anche per Montanari. L’esame autoptico potrebbe essere eseguito oggi o domani all’istituto di medicina legale di Pisa. Solo dopo potrebbe essere decisa la data dei funerali. A Bientina, intanto, in segno di lutto per Riccardo Montanari, che abitava a Chianni ma era originario di Bientina dove era socio del bar Crazy Games, l’associazione dei commercianti ha deciso di sospendere la festa del 21 giugno.

"In seguito al grande lutto per la prematura scomparsa di Riccardo – si legge in un messaggio su Facebook – l’associazione I love Bientina informa che la festa del commercio prevista per il prossimo 21 giugno è rimandata a data da destinarsi. Verranno emessi ulteriori avvisi per la riprogrammazione".

g.n.