Martina Di Domenico e Luca Bani all’edizione 2019 del Gioco del Ponte (foto Fb)
Martina Di Domenico e Luca Bani all’edizione 2019 del Gioco del Ponte (foto Fb)

Calcinaia, 4 agosto 2020 - In sella ad una moto, felici, con il pensiero già rivolto alle vacanze. Quel viaggio a Innsbruck così lungamente sognato. Quel viaggio che, invece, nella mattinata di ieri si è trasformato in una tragedia immane sull’asfalto al km 267 dell’autostrada A1 in direzione Nord, tra Calenzano e Barberino del Mugello. Quel viaggio che è costato la vita a Martina Di Domenico. Ventotto anni, originaria di Lucca, ma residente da tempo a Calcinaia. La ragazza stava viaggiando con il fidanzato trentenne butese Luca Bani che, secondo quanto appreso, sarebbe rimasto per fortuna e per miracolo soltanto lievemente ferito. La tragedia che ha colpito i due giovani ha sconvolto l’intera provincia e Pisa, dove i due erano molto apprezzati e conosciuti anche per la partecipazione di lui al Gioco del Ponte a Pisa.


L’incidente . Secondo una prima ricostruzione, la donna, deceduta sul posto per le gravi ferite riportate nell’impatto avvenuto verso mezzogiorno, viaggiava a bordo di una moto (condotta dal partner) che, per cause in corso di accertamento, si sarebbe scontrata con un mezzo pesante. Nell’incidente sarebbe rimasta coinvolta anche un’auto. Una dinamica da verificare che in queste ore è al vaglio degli inquirenti che dovranno fare chiarezza su quanto sia effettivamente accaduto e sulle eventuali responsabilità. Il 30enne, che non sarebbe in pericolo di vita, è stato portato in codice rosso con l’elisoccorso Pegaso all’ospedale fiorentino di Careggi. Illesi, invece, i conducenti del tir e della vettura.

I soccorsi. Sul luogo dell’incidente sono subito intervenuti i soccorsi sanitari, le pattuglie della polizia stradale, i soccorsi meccanici e il personale di Autostrade per l’Italia. Durante le operazioni di soccorso è stato necessario chiudere il tratto dell’autostrada A1. Una decisione che ha contribuito a bloccare il traffico con la formazione di lunghe file che hanno superato i dieci chilometri. La situazione è migliorata dopo le 16 quando si è potuto riaprire il tratto alla viabilità. La dinamica del sinistro – al momento affatto chiara – è sotto la lente della polizia stradale.
 

La coppia . Martina Di Domenico era nata a marzo 1992, originaria di Lucca, viveva da tempo in Valdera dove aveva iniziato a lavorare come grafica per un’azienda di comunicazione e marketing di Calcinaia. Era da tutti molto apprezzata per le sue capacità professionali e la sua bravura. Era una ragazza solare, creativa e piena di interessi così come emerge dal suo stesso profilo Facebook dove c’è un rimando anche al periodo di studi all’Itis Marconi di Pontedera prima, e all’Università di Pisa poi. Luca Bani, rimasto per fortuna soltanto ferito (è già stato dimesso dall’ospedale), invece lavora come tecnico per Acque Spa. I due stavano insieme da dodici anni e convivevano a Calcinaia. Una coppia felice e innamorata che un destino atroce e spietato ha voluto dividere in una calda mattinata di agosto, sulla strada che li avrebbe condotti verso le agognate vacanze.
 

Il cordoglio . La notizia del grave incidente si è subito diffusa anche a Pisa nell’ambiente del Gioco del Ponte, dove il compagno di Martina è un conosciutissimo combattente nella magistratura del San Michele. C’è una bellissima foto su Facebook che lo ritrae insieme alla ragazza, scattata proprio durante l’edizione del Gioco dello scorso anno. "Luca e Martina, due ragazzi straordinari. Stavano andando in vacanza quando è accaduta la disgrazia", afferma lo storico capitano del San Michele, Roberto "Bob" Biagi, che li conosce benissimo entrambi. "Solo lunedì sera Luca ha partecipato a Calambrone ad una iniziativa dei Dragoni. Il mattino dopo è partito in moto con Martina... E lei, ottima grafica, aveva curato impeccabilmente l’impaginazione del giornalino del San Michele. Siamo tutti senza parole per quanto accaduto e siamo vicini a Luca in questo momento così duro e doloroso".
© RIPRODUZIONE RISERVATA