Lotta agli incendi boschivi, ecco le fasce parafuoco. Costeranno 128mila euro

Il Comune ha individuato l’impresa per la realizzazione dell’intervento: è il Consorzio per la gestione delle risorse agro-forestali di Villa Basilica

A breve l’inizio dei lavori nei boschi delle Cerbaie per la realizzazione delle fasce parafuoco contro il propagarsi degli incendi

A breve l’inizio dei lavori nei boschi delle Cerbaie per la realizzazione delle fasce parafuoco contro il propagarsi degli incendi

Castelfranco (Pisa), 2 gennaio 2024 – Fasce parafuoco. Si chiamano così le strade interne ai boschi per rallentare l’espandersi di eventuali incendi e facilitare, al contempo, l’intervento di vigili del fuoco e squadre antincendio per lo spegimento dei roghi. Il Comune di Castelfrancio ne ha finanziamento la realizzazione di alcune per un importo totale di oltre 128mila euro.

La realizzazione delle fasce parafuoco nelle Cerbaie è stata affidata, con determina a firma del responsabile del settore tecnico architetto Pierguido Pini, al Consorzio per la gestione delle risorse agro-forestali di Villa Basilica, ente che ha tecnici e operai esperti in questo tipo di interventi. Del totale stanziato fanno parte anche gli oltre 11mila euro necessari alla progettazione che il Comune ha affidato al Consorzio forestale delle Cerbaie.

Allo stesso Consorzio è stata affidata anche "l’assistenza e consulenza specialistica alla direzione lavori consistente nella prestazione di tutta l’assistenza specialistica in materia selvicolturale necessaria durante la fase esecutiva dei lavori e la ricerca dei proprietari dei terreni oggetto dell’interventi selvicolturali riguardanti il progetto".

Progettazione e realizzazione rientrano nel "progetto Fasce parafuoco di protezione nei boschi delle Cerbaie di Castelfranco" che è stato dichiarato ammissibile a contributo comunitario approvato dalla Regione Toscana nell’ambito della misura "Sostegno alla prevenzione dei danni arrecati alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici". L’intera somma di oltre 128mila euro è stata, quindi, finanziata dalla Regione e dall’Unione Europea.

Con l’affidamento dei lavori, cioè il via libera all’apertura del cantiere, l’intervento potrà entrare nel vivo in vista della stagione primaverile ed estiva che, da sempre, sono le più delicate per la salòvaguardia dei boschi dagli incendi. In questi ultimi anni le foreste delle Cerbaie sono state danneggiate anche dalle tempeste di vento che si sono abbattute nella zona.

Allo stesso modo degli incendi, il vento causa danni ingenti alle alberature e anche in questo caso le fasce parafuoco sono indispensabili per l’intervento dei mezzi agricoli in mezzo ai boschi per la bonifica delle piante abbattute e la loro rimozione.