In ricordo delle vittime del Covid. Una commemorazione alla stele

Il coronavirus a Santa Croce ha ucciso 42 persone. Mentre sono state 5.774 le persone che si sono ammalate. Deidda e Bertelli: ""La pandemia ha stravolto le nostre abitudini, le nostre vite, le nostre coscienze".

In ricordo delle vittime del Covid. Una commemorazione alla stele

L’assessora Elisa Bertelli in un momento della commemorazione di ieri mattina alla stele dedicata «A tutte le vittime del Covid-19» vicino al palazzetto dello sport

SANTA CROCE

Familiari e parenti delle vittime. Ma anche chi, dal Covid, è riuscito a guarire. Magari dopo lunghi ricoveri ospedalieri. E dopo tanta paura. Ieri mattina, per il secondo anno consecutivo, Santa Croce ha ricordato le vittime del coronavirus in occasione della Giornata nazionale. L’assessora alla memoria Elisa Bertelli ha deposto una corona commemorativa alla stele "A tutte le vittime del Covid-19" che è stata installata lo scorso anno, proprio in occasione di questa giornata, vicino al palazzetto dello sport Palaparenti, in onore di chi ha perso la vita per la malattia.

"La pandemia ha stravolto le nostre abitudini, le nostre vite, le nostre coscienze. Non dobbiamo dimenticare chi non ce l’ha fatta a vincere il virus, e spesso si è spento solo, in ospedale, senza neanche il conforto di un abbraccio dei familiari – le parole della sindaca Giulia Deidda e dell’assessora Elisa Bertelli – Non dobbiamo dimenticarci dell’impegno quotidiano dei medici e dei sanitari per salvare vite e non dobbiamo dimenticare lo spirito di unione, di solidarietà e di vicinanza che, nonostante le distanze imposte, si è creato tra le persone nel periodo più difficile della pandemia".

I numeri del Covid a Santa Croce, come del resto in tutti gli altri territori della zona e dell’Italia, sono stati impressionanti. E ogni anno ricordarli contribuisce alla memoria. Le persone decedute sono state 42, ben 5.774 quelle che si sono ammalate di coronavirus nel 2020 e nel 2021, gli anni terribili della pandemia.

"Durante la pandemia il Coc-Centro operativo comunale – ricordano ancora Deidda e Bertelli – ha fatto 300 interventi per coordinare i servizi di assistenza alla popolazione, sono stati distribuiti 755 buoni alimentari per un valore di oltre 244mila euro grazie a fondi statali e della Fondazione Pisa, sono state distribuite 110mila mascherine, organizzati hub vaccinali".

Alla commemorazione di ieri mattina, oltre a molti familiari delle vittime e ai rappresentanti dell’amministrazione comunale, sono intervenuti anche esponenti delle tante associazioni del territorio comunale di Santa Croce, quelle associazioni che durante il Covid hanno partecipato alla rete di assistenza alla cittadinanza. Presenti don Romano Maltinti e le autorità militari con il luogotenente Salvatore Serra, comandante della stazione carabinieri di Santa Croce.

g.n.