Il confronto in vista del ballottaggio. Fattori attacca: "Lontani da Giglioli"

Stasera l’appuntamento alle 21.30 alla Sagra della pizza con i candidati. La posizione dei Riformisti

Il confronto in vista del ballottaggio. Fattori attacca: "Lontani da Giglioli"

Il confronto in vista del ballottaggio. Fattori attacca: "Lontani da Giglioli"

Programmi, progetti, promesse e appello al voto. Il confronto pubblico fra Michele Altini (Centrodestra) e Simone Giglioli (Centrosinistra) – i duellanti del ballottaggio a San Miniato il 23 e 24 giugno - sarà stasera alle 21,30 a Ponte a Egola al tendone della Sagra della Pizza in via Ferrari - Piazza Guido Rossa, per iniziativa delle consulte del territorio. Modera Carlo Baroni, giornalista de La Nazione. Un appuntamento atteso che si tiene ad una manciata di ore dall’apertura delle urne dalle quali uscità il nuovo sindaco di San Miniato. Nessuno dei due candidati è riuscito ad ottenere il sostegno ufficiale dalle liste escluse dal ballottaggio. Giglioli c’ha provato con Filo Rosso, la lista di sinistra, rivelazione delle amminisrative 2024, ma l’accordo è saltato. Michele Altini c’ha provato con Vita Nova e Stil Novo, ma le distanze – da quanto emerso – alla fine, sono state incolmabili.

La battaglia elettorale è in pieno svolgimento. E a metterci ancora pepe è Marzia Fattori dei Riformisti, che ha incassato poco meno dle 6% al primo turno e – pur collocandosi nel centrosinistra – torna ad attaccare Giglioli.

L’analisi del Riformisti: "Giglioli si dovrebbe chiedere perché ha perso quasi 1.500 voti rispetto al primo turno del 2019 – dice Fattori –. Forse perché le politiche attuate sotto la sua amministrazione non sono state veramente di sinistra? Dovrebbe chiedersi se sia stato veramente in grado di tutelare gli interessi delle classi più bisognose, o di amministrare il comune con la concretezza che l’incarico avrebbe richiesto". "Ribadiamo quello che abbiamo detto in campagna elettorale – l’affondo di Fattori –: questo è il peggior sindaco che il comune di San Miniato abbia avuto, ma riconosciamo al Partito Democratico di San Miniato una diffusione sul territorio e un insieme di relazioni che gli permette di ottenere buoni risultati indipendentemente dal candidato sindaco che sceglie".

La scelte. Vita Nova e Stil Novo lasciano liberà di voto. Filo Rosso, per ora, non ha preso posizione. E i Riformisti? "Noi intendiamo riaffermare con forza il nostro diritto di appartenenza al centrosinistra che non può e non deve essere considerato appannaggio del solo Pd come per troppo tempo è stato – conclude Fattori – ringraziamo ancora una volta gli 837 elettori che hanno scelto di accordarci il loro voto, essendo consapevoli che gli stessi sapranno indirizzare con giudizio la loro preferenza in questo ballottaggio, scegliendo la persona giusta. Perchè, mai dimenticarlo, le idee camminano sulle gambe degli uomini".