Cantieri a San Miniato: "Niente scopi elettorali" - Sicurezza e valorizzazione della frazione

Sindaco e asesore difendono i cantieri dall’attacco delle opposizioni: "Nessun scopo elettorale". "I lavori che stanno interessato San Miniato Basso sono stati concordati con i commercianti e il Ccn e hanno come obiettivo principale quello di garantire la sicurezza e valorizzare la frazione", dicono Simone Giglioli e l’assessore ai lavori pubblici Marzia Fattori. "Abbiamo realizzato una serie di dossi artificiali in via Capitini, via Tosco Romagnola, ma anche in via Diaz a Ponte a Egola, a Marzana e a Cigoli, per una spesa complessiva di 90mila euro - spiegano -. Mentre l’intervento più cospicuo, costato 100mila euro, ha invece riguardato la riasfaltatura di alcune porzioni del marciapiede lungo la Tosco Romagnola perché usurate e quindi pericolose, Un intervento che nasce da un percorso di collaborazione e condivisione con i commercianti e con le necessità che molti cittadini e cittadine hanno, frequentando i negozi lungo questo tratto di strada". Gli amministratori poi precisano che sono stati effettuati anche significativi interventi di asfaltatura, lavori già programmati da tempo. "Con 450mila euro di risorse provenienti dall’accordo quadro, e in parte anche dal Comune, abbiamo fatto un intervento di asfaltatura in via Candiano e via Codignola a San Miniato Basso, via Poggio Sole a San Romano, via della Libertà a Ponte a Egola, il sottopasso Cascina Lari e il sottopasso di via Romaiano a San Donato e in via Castelfiorentino - proseguono -. Come si vede, non c’è solo San Miniato Basso al centro degli interventi e, soprattutto, si tratta di lavori dettati dalle esigenze manifestate dai cittadini e dalle cittadine che, ogni giorno, sono sul nostro territorio e utilizzano i servizi. Qui non si tratta di campagna elettorale, ma di sicurezza e attenzione alla cittadinanza".