Sichi si sospende dall’Unione Pd. Ora una ’triade’

L'autosospensione di Valerio Sichi da segretario dell'Unione Comunale del Partito Democratico apre una crisi che ha dato origine a progetti che matureranno nel breve termine. Andrea Pierazzi traccia la linea: incontro con il livello provinciale e nuovo segretario.

Sichi si sospende dall’Unione Pd. Ora una ’triade’
Sichi si sospende dall’Unione Pd. Ora una ’triade’

Un momento di crisi o la strada del rinnovamento? L’autosospensione di Valerio Sichi da segretario dell’Unione Comunale del Partito Democratico apre una serie di scenari interessanti. Autosospensione non vuol dire dimissioni ma, sicuramente, non è un segnale di vicinanza alle ultime scelte del Pd, almeno in ambito comunale. A far risalire la scelta di Sichi, che del partito è un personaggio storico, alla distanza sulla questione del progetto funiviario Doganaccia Lago Scaffaiolo, è lui stesso. E la scelta appare quasi la più naturale. Infatti mentre Pd e amministratori di San Marcello Piteglio si schieravano a favore della costruzione dell’infrastruttura, Sichi si presentava come una delle voci più autorevoli e documentate del comitato del no.

Così lo strappo si è consumato e la segreteria è stata affidata a un triumvirato composto da Andrea Pierazzi, Luca Buonomini e Moreno Seghi. Nei giorni scorsi c’è stato un confronto tra i quattro, dal quale è emerso un quadro ancora non noto ma che ha dato origine a progetti che, si stima, matureranno nel breve termine. È lo stesso Andrea Pierazzi (foto) a tracciare la linea: "l’attività va avanti secondo gli impegni e le scadenze programmate, ci sono le elezioni europee in calendario, poi tutte le questioni locali, sia la funivia che il trasporto pubblico che il sostegno agli Amministratori e mille altre cose – chiarisce –. Abbiamo deciso di non coinvolgere nella gestione i due segretari territoriali, Gabrio Fini e Alice Sobrero, per non distoglierli dagli impegni che già devono assolvere. Per quanto riguarda l’assetto futuro, svolgeremo gli adempimenti necessari, ad iniziare con un incontro con il livello provinciale e il nuovo segretario, poi vedremo quale strada intraprendere e come".

Andrea Nannini