Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Sciopero contro le classi affollate e il precariato

Domani personale docente a Ata incroceranno le braccia "in difesa dell’istruzione". Sit-in davanti alla Regione

I Cobas in piazza (foto d’archivio)
I Cobas in piazza (foto d’archivio)
I Cobas in piazza (foto d’archivio)

Prove nazionali Invalsi, classi meno numerose, precariato e spese per l’istruzione. I Cobas di Pistoia, insieme al sindacato regionale, convocano lo sciopero generale dell’intera giornata di domani del personale docente, educativo ed Ata delle scuole di ogni ordine e grado, con manifestazione a Firenze. "Siamo contro i quiz Invalsi e il Sistema nazionale di valutazione, che hanno effetti retroattivi negativi sulla didattica, standardizzano gli insegnamenti, trasformano i docenti in ’addestratori ai quiz’, discriminando gli studenti con bisogni speciali – scrive il sindacato in una nota – Siamo contrari anche al Decreto scuola che introduce inaccettabili modalità per la stabilizzazione dei precari e una formazione triennale in orario aggiuntivo. Siamo contrari al taglio dello 0,5 per cento del Pil delle spese per l’istruzione previsto dal Def 2022 a fronte di un aumento delle spese per le armi. Chiediamo di investire i fondi del Pnrr per ridurre a massimo 20 il numero degli alunni per classe (15 in presenza di disabili), assumere i docenti con 3 anni di servizio e gli Ata con 2, investire in modo significativo nell’edilizia scolastica. No al lavoro gratuito degli studenti e negli stage".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?