Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Operaio morì cadendo dalla scala alta Mati Piante citata come responsabile civile

Cadde dalla scala sulla quale stava lavorando, per sistemare una pianta. I soccorsi furono immediati ma l’operaio, Rrahishta Sokol, 45 anni, di origine albanese, riportò ferite troppo gravi alla testa. Morì il giorno dopo all’ospedale di Careggi. L’incidente avvenne la mattina del 12 marzo 2019 all’interno dei vivai Piante Mati di Casalguidi. Ora la Procura di Pistoia ha chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di omicidio colposo di Paolo Mati, 53 anni, in qualità di datore di lavoro, e dei due preposti alla sovrintendenza dei lavori, David Mochi, 42 anni, e Andrea Gagnarli, 38, di Pistoia. La famiglia di Sokol si è costituita parte civile (la moglie e la figlia) e l’avvocato Michele Nigro ha richiesto e ottenuto la citazione dell’azienda come resposabile civile in un eventuale processo. Citata come responsabile civile anche l’azienda Giardineria di Agliana, di cui erano dipendenti Mochi e Gagnarli. L’avvocato Cecila Turco, che rappresenta l’azienda Mati e Paolo Mati ha spiegato che: "L’assicurazione dell’azienda provvederà al risarcimento della famiglia, indipendentemente dalla eventuale responsabilità".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?