La scena dell'incidente. Nel riquadro la vittima
La scena dell'incidente. Nel riquadro la vittima

Pistoia, 20 ottobre 2020 - Aveva passato la domenica con la famiglia, Fernando Ammannati. Una giornata speciale per la comunione del nipote al quale è sempre stato accanto, poi la sera una pizza veloce con la moglie prima di rientrare a casa. E invece dopo la giornata felice è arrivato il tragico impatto a interrompere la vita del titolare del cartonificio Sicaf a Ponte di Serravalle.

I due figli, Marco e Sergio, si stanno occupando in queste ore della madre, che domenica sera si trovava insieme al marito in auto, ed è stata dimessa ieri sera dal San Jacopo in discrete condizioni di salute. Mentre per Fernando Ammannati i soccorsi non hanno potuto fare molto, l’uomo si è spento poco dopo l’arrivo al pronto soccorso.

A ricordare il cittadino di Serravalle ieri, il sindaco Piero Lunardi e l’assessore Maurizio Bruschi. Bruschi in particolare conosceva bene la famiglia Ammannati e ha chiamato subito i figli per far sentire la vicinanza dell’intera amministrazione comunale.

Anche il circolo ricreativo Arci di Ponte di Serravalle ha inviato un messaggio alla famiglia esprimendo profondo cordoglio per la scomparsa del proprio compaesano.
Per l’altro decesso causato dal tragico impatto di domenica sera, quello di don Piero Vannelli, sacerdote della parrocchia di San Biagio, è invece intervenuta la Coldiretti di Pistoia. Il 6 aprile 2011 don Piero era stato nominato dal vescovo di Pistoia consigliere ecclesiastico di Coldiretti Pistoia, che rimarca l’origine e la costante ispirazione dell’associazione alla dottrina sociale della Chiesa. Che si rinnova ad ogni annata agraria nella giornata del Ringraziamento, con don Piero che si occupava di officiare la messa.

"A don Piero mi lega una sincera amicizia, oltre ad essere il consigliere ecclesiastico dell’associazione – ha dichiarato commosso Fabrizio Tesi, presidente di Coldiretti Pistoia – . Ha partecipato con interesse agli incontri di Coldiretti, istituzionali e informali, dando il suo contributo di saggezza e lungimiranza. Siamo addolorati e ci mancherà il suo sguardo e la sua pacatezza"

«Siamo costernati dalla notizia – ha aggiunto Simone Ciampoli, direttore di Coldiretti Pistoia –. Per quasi dieci anni don Piero è stato l’assistente spirituale vicino a tutti i nostri soci. Il consiglio della federazione e tutto il personale esprimono il loro profondo cordoglio per questo grave lutto, che ci priva di una figura di riferimento per tutta la Coldiretti".