Pistoia, paura in mensa: ‘corpo estraneo’ nel piatto di un bambino a scuola

Il pezzo di un macchinario utilizzato per la preparazione dei pasti è finito nel piatto di uno dei bambini di una scuola dell’infanzia comunale. Multa per la società che si occupa del servizio

Due bambine in una mensa (foto di repertorio)

Due bambine in una mensa (foto di repertorio)

Pistoia, 4 aprile 2024 – Il pezzo di un macchinario utilizzato per la preparazione dei pasti è finito nel piatto di uno dei bambini di una scuola dell’infanzia comunale e per questo il Comune ha deciso di multare la ditta che si occupa della ristorazione scolastica, Euroristorazione, di mille euro. E’ accaduto a fine febbraio l’episodio che ha spinto il dirigente del settore ha firmare il provvedimento che vede togliere dalle fatture comunali mille euro di penale. La denuncia è arrivata dall’addetta mensa della scuola dell’infanzia "La Girandola" e gli approfondimenti sono stati doverosi. Si è trattato di un incidente che non poteva essere "visto" dagli operatori.

Il 27 febbraio scorso nel piatto di un bambino è stato ritrovato un corpo estraneo. Attivati immediatamente i controlli, il 6 marzo scorso l’amministrazione ha chiesto spiegazioni dell’accaduto. La replica dell’azienda è stata la constatazione della "rottura accidentale di un ingranaggio interno senza che il personale operativo potesse accorgersi, dato che tale episodio non aveva portato al fermo macchina ". Appresi i fatti, i l Comune ha chiesto controdeduzioni sull’episodio, applicando il contratto che prevede che "per ogni caso di ritrovamento di corpi estranei nella singola porzione, se imputabile alla responsabilità dell’impresa sarà applicata una penale di mille euro".

Euroristorazione non ha replicato, ammettendo di fatto l’errore ed è quindi scattata la multa. L’azienda veneta, lo ricordiamo, si è aggiudicata l’appalto del servizio mensa nelle scuole comunali fino al 2025 e, per questo, ha realizzato un nuovo centro cottura a Quarrata, in via Bologna, ideato e studiato appositamente per il servizio rivolto al Comune di Pistoia. Il centro è adibito esclusivamente alla refezione scolastica e ha una capacità produttiva di oltre novemila pasti al giorno con macchinari dedicati alla preparazione e al confezionamento dei pasti, quegli stessi macchinari che questa volta hanno portato alla multa della società.