Confcommercio. Donne: Moica resta presidente

Il Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Pistoia e Prato ha rinnovato il suo Consiglio, confermando Donatella Moica come presidente. Il nuovo Consiglio è composto da 14 imprenditrici pronte a lavorare per orientare e ispirare nuove economie generative, con un focus sulla formazione, eventi tematici e connessione con il territorio. L'obiettivo è affrontare temi economici e sociali attuali.

Confcommercio. Donne: Moica resta presidente
Confcommercio. Donne: Moica resta presidente

Quattordici imprenditrici appartenenti alle province di Pistoia e Prato, pronte a lavorare anche nel 2024 per orientare e ispirare nuove economie generative. Sono quelle del Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Pistoia e Prato, che ora ha rinnovato il suo Consiglio.

Formazione mirata, eventi tematici, momenti ispirazionali ed una forte connessione con il territorio sono le prospettive che restano salde anche per i prossimi mesi. Alla presidenza è stata confermata, con consenso unanime, Donatella Moica. Accanto a lei, ecco in un gruppo allargato: Enrica Agostini (Supermercato Stazione-Pistoia), Monica Bartolomei (C-six srl- Prato), Elisabetta Bessi (Supermercati Pratocarni – Prato), Federica Cioni (Marella – Pistoia), Mimma Colasanti (agente di commercio-Prato), Krizstina Feckecs (kryva -Pistoia), Camilla Golin (Enoteca Wild-Prato), Simona Marinai (Le Barrique Wine bar -Prato), Libertà Melani (Club Voltaire- Pistoia), Giulia Mochi (Jango27-Pistoia), Rita Paloka (Macelleria Gavazzi-Pistoia), Paola Pazzaglia (Trattoria La Bettola-Pistoia) ed Elena Santarnecchi (Logika Ufficio-Montecatini Terme).

"Un momento significativo – ha commentato Moica – e che ci spinge a lavorare con un gruppo più ampio rispetto al passato, composto trasversalmente da imprenditrici senior e più giovani. Vedo questo Consiglio come un’orchestra in cui tutte possono far sentire la loro voce ed una vera fucina di idee per il territorio. Un luogo in cui creare visioni nuove ed ispirare altre imprenditrici. L’obiettivo è di occuparci dei temi economici e sociali di più stringente attualità".