Arte contemporanea in quota. E’ la mostra "Love letter" di Tayou

L’allestimento sarà inaugurato sabato prossimo nella galleria che si trova all’interno dell’Oasy Dynamo

Arte contemporanea in quota. E’ la mostra "Love letter" di Tayou

Arte contemporanea in quota. E’ la mostra "Love letter" di Tayou

L’arte in quota ad Oca-Oasy Contemporary Art an Architecture, lo spazio-galleria interno all’Oasi Dynamo di San Marcello Pistoiese che dopo l’inaugurazione dello scorso anno riapre il 30 giugno con "Love letter", grande mostra dell’artista camerunense Pascale Marthine Tayou la cui ricerca è incentrata da sempre sull’ambiente, organizzata in collaborazione con Galleria Continua e curata da Marco Bazzini e Emanuele Montibeller, direttore artistico dell’Oca. A 900 metri di altitudine, lo spazio si propone come perfetta integrazione tra arte, architettura e natura composto da un’area espositiva al chiuso e un grande parco che presto (con la direzione dell’architetto Roberto Castellani) si arricchirà di installazioni ambientali realizzate da artisti e architetti, come Alejandro Aravena, Stefano Boeri, Michele De Lucchi con Mariangela Gualtieri, fuse*, Kengo Kuma, Davide Quayola, Diana Scherer, Matteo Thun, Edoardo Tresoldi. Il luogo si raggiunge solo a piedi, con una passeggiata nel bosco di circa trenta minuti, dove inizia l’esperienza del visitatore, quando lascia la macchina a Croce di Piteglio. La mostra di prossima inaugurazione ospita, tra l’altro, due grandi opere al neon tra cui "Love from Dynamo", 2024, un vero e proprio atto d’amore verso chi, nella vita quotidiana, "serve i valori umani", secondo le parole dell’artista, a partire dal vicino Dynamo Camp con cui l’Oca condivide il confine. Ma è anche un messaggio di generosità reciproca per il paesaggio che accoglie armoniosamente la sua mostra. Non mancano manufatti, oggetti e sculture in genere, come una delle sue più rappresentative, "Plastic Bags", realizzata con sacchetti di plastica, simbolo del consumismo e dell’inquinamento prodotto dalle nostre società. La mostra si potrà visitare fino al 3 novembre, dal mercoledì alla domenica, dalle 11 alle 17. Biglietti a 12 euro.

l.m.