Pistoiese-Giana Erminio (foto Acerboni/FotoCastellani)
Pistoiese-Giana Erminio (foto Acerboni/FotoCastellani)

Pistoia, 20 ottobre 2019 - Un pari che fa storcere la bocca ai tifosi arancioni. Dopo aver battuto a sorpresa il Novara, la Giana Erminio blocca la Pistoiese sull’1-1, grazie a un catenaccio e contropiede di altri tempi. Squadra accorta quella di Albè: per quella di Pancaro, che ha disputato una delle peggiori prove stagionali, una mezza sconfitta. Pistoiese priva degli infortunati Dametto e Minardi. Trenta minuti di andamento lento, poi la gara si anima, anche se di occasioni da registrare ve ne sono poche, pochissime. Sul taccuino resta da annotare qualcosina: niente di che. Tanto che alla fine della prima frazione di gioco i tifosi di casa manifestano il proprio scontento con qualche coro non proprio oxfordiano.

Al 6’ colpo di testa di Madonna sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 23’ verticalizzazione di Valiani per Falcone, che appena entro area di destro fa partire un tiro che sfiora il palo lontano. Al 29’ Falcone pesca Valiani nei sedici metri e il pistoiese conclude di poco alto sulla traversa della porta difesa da Marenco. Al 38’ un colpo di testa di Perna, su cross di Piccoli, costringe alla respinta Pisseri. La Pistoiese torna in campo propositiva, cercando di fare la partita, ma a passare è la Giana Erminio: al 7’ su botta dal limite di Madonna, Camilleri devia la sfera alle spalle di Pisseri. Al 9’ Bordin batte a rete e trova la deviazione di un difensore ospite in corner: sul tiro dalla bandierina Falcone impensierisce Marenco.

Al 16’ Ferrarini trova Gucci a centro area e l’attaccante ha tutto il tempo di stoppare il pallone, dare un occhio al portiere e insaccare in mezza girata: gol da applausi. Proprio nell’attimo in cui gli ultrà avevano attaccato il solito coro di contestazione “Ferrari vattene”, riferito al massimo dirigente arancione, non amatissimo di questi tempi. Al 23’ Pisseri salva su Piccoli, che calcia dal limite dell’area. Al 38’ occasionissima per gli uomini di Pancaro, ma Cappelluzzo, ben servito da Cerretelli, da pochi passi si fa intercettare la conclusione sulla linea da Perico. Finisce con un punto che non può lasciare soddisfatto alcuno in casa-orange.

Il tabellino:
1-1 (0-0)

PISTOIESE (3-4-1-2): Pisseri; Vitiello, Camilleri, Terigi; Ferrarini, Bordin, Bortoletti (1’ st Spinozzi), Llamas; Valiani (26’ st Cappelluzzo); Falcone (14’ st Stijepovic), Gucci (37’ st Cerretelli).
A disp: Toselli, Salvalaggio, Mazzarani, Tartaglione, Morachioli, Spadoni, Viti, Capellini.
All. Pancaro.

GIANA ERMINIO (4-3-3): Marenco; Madonna, Pirola, Montesano, Perico; Remedi, Maltese (41’ st Cortesi), Piccoli (24’ st Capano); Mutton (27’ st Pedrini), Perna (41’ Gioè), Pinto.
A disp. Leoni, Tota, M'Zoughi, Serafini, Otele, Zulli, Sosio, Cazzago.
All. Albè.

Arbitro: Scatena di Avezzano.

Marcatori: 7’ st Madonna, 16’ st Gucci.

Note: pomeriggio nuvoloso, temperatura 20°. Spettatori circa 600. Ammoniti: Terigi, Valiani, Llamas, Camilleri (Pistoiese). Angoli 8-6. Recuperi 0’ pt, 3’ st.