Pisa, 23 maggio 2016 - Secondo appuntamento con la rassegna "Pisa guarda il Brasile", promossa dall'associazione culturale italo-brasiliana Encontro in collaborazione con il Cinema Arsenale: appuntamento per martedì 24 maggio con "A mão e a luva. Storia di un trafficante di libri", regia di Roberto Orazi (2010).

Programma della serata: alle 21 reading poetico e intermezzi musicali. Alle 21.30 proiezione. Alle 22.30 incontro con il regista.

ll film documenta la storia di Ricardo Gomes Ferraz, giovane abitante di una favela di Recife, che scopre nella spazzatura il libro dello scrittore e giornalista brasiliano Joaquim Machado de Assis "A mão e a luva"(La mano e il guanto). Da questo ritrovamento e dalla successiva raccolta di libri usati ha inizio un percorso a favore della comunità, che allontana i ragazzi dal traffico delle armi e della droga. Parte del ricavato sarà devoluto alla Livroteca Brincante do Pina di Recife, un progetto di Kcal Gomes Ferraz.

La rassegna prosegue martedì 31 maggio con la proiezione del documentario "La Feb e la Fab in Italia", che ci parla di una storia del nostro passato quasi sconosciuta ai più: il contributo della Forza di Spedizione Brasiliana alla Liberazione dell'Italia dal nazifascismo, visto attraverso dati storici e testimonianze dirette. Saranno presenti Mario Pereira, amministratore del Monumento Votivo Militare Brasiliano di Pistoia e Paolo Pezzino, storico e accademico, già docente all'Università di Pisa, dove è stato titolare della cattedra di Storia Contemporanea.