Pisa, Amalia Ercoli Finzi ospite del ciclo ‘Scintille. Donne che fanno scienza’

È la prima donna laureata in Ingegneria Aeronautica in Italia, sarò protagonista dell’incontro del 6 maggio

Amalia Ercoli Finzi

Amalia Ercoli Finzi

Pisa, 3 maggio 2024 - Amalia Ercoli Finzi è stata la prima donna a laurearsi in Ingegneria Aeronautica in Italia, è considerata una delle maggiori esperte di ingegneria aerospaziale e ha dedicato gran parte della sua vita a studiare le comete, contribuendo alla riuscita della celebre missione Rosetta. Amalia Ercoli Finzi, classe 1937, sarà ospite dell’Università di Pisa per il ciclo “Scintille. Donne che fanno scienza”. L’appuntamento aperto al pubblico è lunedì 6 maggio, alle ore 17, nell'Aula Magna Storica della Sapienza (Via Curtatone e Montanara, 15). L’incontro sarà introdotto dai saluti del rettore dell’Università di Pisa Riccardo Zucchi e con la scienziata dialogheranno Renata Pepicelli, delegata per le attività in Gender Studies and Equal Opportunities dell’Ateneo pisano, e Margherita Capitani, Studentessa di Ingegneria Energetica all’Università di Pisa. Amalia Ercoli Finzi è considerata uno dei maggiori esperti di missioni spaziali a livello nazionale ed internazionale e per questo è stata chiamata a far parte ed è tuttora membro delle commissioni strategiche che pianificano le attività spaziali destinate all'esplorazione planetaria. Ha ricoperto innumerevoli ruoli di responsabilità al Politecnico di Milano ed è stata chiamata a contribuire a numerosi comitati tecnici e scientifici dell'Agenzia Spaziale Italiana ed europea. Al Politecnico è stata Direttore del Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale, Delegato del Rettore per la didattica, Presidente del Comitato per le Pari Opportunità e Delegato Rettorale per le politiche di genere. La sua carriera scientifica le è valsa due importanti riconoscimenti. È stata eletta Membro della International Academy of Astronautics ed ha ricevuto la Medaglia d'oro del Presidente della Repubblica per i benemeriti della scienza, della cultura e dell'arte." L’appuntamento è il secondo del ciclo "Scintille. Donne che fanno scienza" organizzato dalla Commissione Sviluppo Sostenibile di Ateneo (CoSA). La rassegna è rivolta alla comunità universitaria, a docenti e studenti delle scuole superiori del territorio e alla cittadinanza tutta. Al centro il ruolo delle donne nelle STEM (Discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche) con l’obiettivo di sensibilizzare sulle disparità di genere e mostrare come le donne stiano contribuendo e abbiano contribuito significativamente a cambiare il panorama scientifico. Maurizio Costanzo