Le fiale sarannno trasferite oggi in gironata dall’ospedale alle farmacie
Le fiale sarannno trasferite oggi in gironata dall’ospedale alle farmacie

Pisa, 22 febbraio 2021 - Prende il via oggi, con una settimana di ritardo rispetto a quanto la Regione Toscana aveva annunciato, la campagna vaccinale per gli ultra80enni. Questa sarà gestita direttamente dai medici di famiglia che si occuperanno di contattare i loro assistiti e di rifornirsi dei vaccini nelle farmacie del territorio. I vaccini che saranno somministrati agli ultra80enni sono quelli a marchio Pfizer. In un secondo momento arriverà il vaccino Moderna, destinato ai pazienti che non possono muoversi dal loro domicilio a causa di certificate patologie. Come funzionerà la campagna? Il vaccino Pfizer che arriverà in Regione Toscana viene distribuito negli ospedali territoriali dotati di freezer dove esso deve essere conservato a una temperatura di -70°. Dagli ospedali i flaconi saranno trasferiti nelle farmacie territoriali indicate dai medici di famiglia. Una volta scongelato, il flacone deve essere conservato in frigorifero a una temperatura tra i 2 gli 8°. I medici, dotati anche di borsa frigo, lo prenderanno in farmacia ed entro massimo sei giorni dallo scongelamento dovranno provvedere alla somministrazione. Una specie di catena a incastri quella pianificata per la vaccinazione degli over 80 e che coinvolge diversi soggetti caricati anche della responsabilità di mantenere scrupolosamente intatta la catena del freddo, così da non sprecare dosi di vaccino. Per il momento, ogni medico di famiglia vaccinerà 6 assistiti a settimana, e in farmacia preleverà un flaconcino assieme a siringhe, aghi e quanto occorre per ricavarne sei dosi. Il flacone di Pfizer è molto sensibile, è quindi all’interno di un contenitore anti-urto e che lo mantiene in posizione verticale. Un’etichetta ne indica la data di scongelamento e di scadenza. I medici di famiglia vaccineranno nei loro ambulatori o in strutture assistite dove convocheranno i loro mutuatii.
L’agenda vaccinale segue un ordine di anzianità. Non essendo il vaccino obbligatorio, gli assistiti potranno anche negare il proprio consenso. Per quanto riguarda i soggetti con importanti episodi allergici, saranno i medici di famiglia a indirizzarli in Ospedale, dove potranno essere vaccinati in condizioni di sicurezza. Entro le 20 di venerdì scorso, i medici di famiglia avevano dovuto indicare, su piattaforma online, la loro agenda vaccinale e la farmacia nella quale da oggi pomeriggio potranno ritirare il flacone. L’Ospedale questa notte ha provveduto a scongelare i vaccini richiesti che entro le 16 di oggi saranno consegnati alle farmacie. I medici riceveranno un avviso sul cellulare per recarsi in farmacia a ritirarlo. Se questo non avviene entro 24 ore e il medico, per cause di forza maggiore, sarà impossibilitato a faro, sarà la Regione a disporne il ritiro entro i cinque giorni dallo scongelamento.
Eleonora Mancini