Tra orgoglio ed emozioni con Orciatico nel cuore

Nel 2016 il primo viaggio della ‘Sandrocchia’ nazionale sulle tracce della famiglia che visse nelle ‘terre del silenzio’. Il suo giro in carrozza salutata dalla banda.

Tra orgoglio ed emozioni con Orciatico nel cuore
Tra orgoglio ed emozioni con Orciatico nel cuore

Una visita sulle tracce dei luoghi dell’infanzia. Nell’aprile del 2016 Sandra Milo decise di tornare a Lajatico, dove nacque sua mamma e dove visse durante la seconda guerra mondiale. Fu accolta in Comune e fu l’occasione per l’attrice di parlare del suo legame con le colline tra Valdera e Val di Cecina. "Venne in visita nel nostro Comune – ricorda oggi il sindaco di Lajatico Alessio Barbafieri – per ripercorrere alcune tappe della sua giovinezza. La sua famiglia aveva abitato a Orciatico per un certo periodo. Durante la visita ebbe modo di incontrare alcuni cittadini con i quali aveva condiviso gli anni della guerra. Sandra ricordava tutti e fu grata agli orciatichini per l’aiuto che la sua famiglia ricevette in quel periodo non proprio felice della sua esistenza. Si raccontò senza risparmiarsi, toccando spesso temi che riguardavano il suo privato. Con lei era presente il giornalista Fabrizio Borghini, recentemente scomparso, ma che ricordiamo con grande stima e affetto". Furono giornate di visite tra Lajatico e Volterra, un modo per ritrovare le conoscenze di un tempo, i vecchi amici e riscoprire quei luoghi così presenti nella memoria della musa di Fellini. "Sento tutto l’orgoglio dei Toscani – raccontò in quell’occasione, proprio al microfono di Borghini – la forza e anche quel pizzico di cattiveria che serve per affrontare le difficoltà della vita. Credo di avere preso da mia madre proprio questo spirito combattivo, lei era una donna meravigliosa e ricordando lei vorrei omaggiare tutte le madri toscane che durante la guerra sono state un grande esempio di coraggio. Conosco molto bene queste zone e sono felice di essere tornata". Durante la cerimonia organizzata nella sala consiliare di Lajatico alla presenza del sindaco Barbafieri e del primo cittadino di Volterra, Marco Buselli, Sandra Milo diede spazio alla commozione ripercorrendo i volti di chi non c’è più e le fotografie di luoghi che appartenevano alla sua infanzia. Quel viaggio fu l’occasione per fare visita ai parenti sepolti nel cimitero di Orciatico, piccola frazione del comune di Lajatico, ma anche per vedere il teatro del silenzio e il piccolo teatro comunale. Risale a quel momento la promessa, rimasta sospesa nel tempo, di ringraziare gli abitanti del paese mettendo in scena gratuitamente una commedia su quel palco. In molti oggi a Lajatico la ricordano sulla carrozza trainata da cavalli che dal centro del paese l’ha condotta ad Orciatico dove è stata omaggiata dal suono della banda che ha intonato per lei le colonne sonore più famose dei suoi film.

Sarah Esposito