Il tempestivo intervento degli agenti di polizia penitenziaria ha evitato che nel carcere di Pisa si verificasse una tragedia. Mercoledì scorso alle 22, si apprende, da una nota del sindacato Uilpa Pisa, un detenuto magrebino ha tentato di togliersi la vita. Messo in sicurezza l’uomo è stato prontamente ricoverato nell’infermeria del carcere per valutare le sue condizioni fisiche. Senza quell’intervento immediato, precisa il sindacato "avremmo parlato di un ennesimo suicidio in carcere da aggiungere alle statistiche". La segreteria provinciale della Uil polizia penitenziaria di Pisa, sottolinea che gli agenti "meritano un plauso poiché, con dedizione, professionalità e accortezza, evitano i gesti estremi e continuano a garantire quotidianamente uno standard di ordine e di sicurezza che costituisce una condizione imprescindibile per il lavoro proficuo di tutti gli operatori penitenziari.