"Si cerca nuova sede nel quartiere"

L'ufficio postale di Porta a Lucca a Pisa è stato chiuso a causa di problemi igienici irrisolvibili. Poste Italiane sta valutando un riposizionamento, ma non ha ancora stabilito una data. Il personale è stato trasferito in altre sedi. I residenti possono utilizzare gli sportelli ATM e gli altri 17 uffici postali della città. Non è ancora chiaro se l'ufficio sarà riaperto in un'altra sede. La chiusura ha suscitato preoccupazioni tra i residenti anziani della zona.

"Si cerca nuova sede nel quartiere"
"Si cerca nuova sede nel quartiere"

Ufficio postale di Porta a Lucca chiuso dal 17 novembre 2023. Poste Italiane precisa: "L’ufficio è stato chiuso per le condizioni igieniche non risolvibili con i numerosi interventi effettuati". "L’azienda sta pensando a un riposizionamento ma non sappiamo dire ancora in quale arco temporale". "Avviso chiusura temporanea ufficio per interventi infrastrutturali" il cartello affisso alla porta scorrevole della sede.

"Stiamo valutando immobili nello stesso quartiere – rassicura Poste – Il personale dell’ufficio di Porta a Lucca è stato nel frattempo dislocato per potenziare le altre sedi. In particolare quella di via delle Medaglie d’Oro, quella in piazza Santa Caterina e quella in via Vecchia di Barbaricina".

L’azienda ricoprda inoltre "che ci sono gli sportelli atm disponibili 24 ore su 24 per il prelievo. E 17 uffici postali a Pisa città". "I clienti dell’ufficio di Porta a Lucca che hanno necessità – si prosegue ancora dall’ufficio stampa – si possono rivolgere all’ufficio delle Poste centrali dove è possibile ritirare corrispondenza, pacchi e raccomandate".

Sull’argomento, ieri pomeriggio, durante il consiglio comunale, il capogruppo Pd Matteo Trapani ha presentato un question time. Il sindaco Michele Conti ha risposto che sta attendendo una risposta ufficiale di Poste.

Non sarebbe possibile ristrutturare, secondo quanto appreso, i locali, così era stato previsto inizialmente, e ad oggi non è ancora nota quale sarà la data di riapertura dell’ufficio, anche se in altra sede. Ma il presidio, garantiscono dall’azienda, non verrà smantellato.

Un’altra riposta che tranquillizza i cittadini che dalle pagine del nostro giornale avevano denunciato, non solo la chiusura di un ufficio fondamentale per i due quartieri di Porta a Lucca e I Passi, ma avevano espresso timori per una sua possibile chiusura definitiva.

"Il 72% dei residenti della zona è over 60 – aveva denunciato dalle nostre pagine Luca Vannozzi, presidente del comitato di quartiere de I Passi -, tanti non hanno la gestione del conto online e si recano negli uffici postali per ritirare la pensione o pagare le bollette. La chiusura dell’ufficio è un disservizio grave considerando anche le difficoltà dei trasporti per cui il nostro quartiere è tristemente noto".