"Se bisogna alzare la voce per avere interventi urgenti non ho certo timore a farlo"

Il sindaco Michele Conti risponde alle dichiarazione del governatore su Marina di Pisa "La Regione ha stanziato 5 milioni? Buona notizia per il Litorale, anche se con un mese di ritardo".

"Se bisogna alzare la voce per avere interventi urgenti non ho certo timore a farlo"

"Se bisogna alzare la voce per avere interventi urgenti non ho certo timore a farlo"

Non si placano le polemiche e va avanti lo scambio di battute tra il sindaco di Pisa, Michele Conti (foto) e il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. Domenica il presidente in un’intervista a La Nazione aveva risposto al primo cittadino di Pisa dopo le polemiche nate durante la mareggiata di sabato scorso. In quel frangente il sindaco di Pisa aveva imputato la responsabilità della mancata difesa idraulica proprio alla Regione. "Sono sconcertato e deluso – aveva risposto Giani – dalle dichiarazioni da tipico scaricabile populista del sindaco Conti, noi siamo stati subito operativi, il Comune in cinque anni che ha fatto?". Dichiarazioni che il primo cittadino non ha preso di buon grado. "Trovo stucchevoli le polemiche sul presunto scaricabarile – tiene il punto il sindaco Michele Conti -, chiariamo una volta per tutte che le opere di difesa idraulica della costa sono di competenza della Regione Toscana. Se serve alzare la voce per ottenere interventi urgenti per Marina di Pisa – ha aggiunto Conti -, non ho certo timore a farlo, anche se non piace a Giani e Mazzeo". Nel frattempo, la conta dei danni va avanti. Sempre nell’intervista di domenica a La Nazione, il presidente Giani aveva spiegato come si sarebbero realizzati gli interventi di somma urgenza previsti per "tamponare" e far fronte alle possibili mareggiate dell’inverno. I lavori consisteranno in un riposizionamento provvisorio di massi e rocce e riguarderanno tre celle, la 4 e la 5 e la cella 1, quella più vicina al Porto. Mentre solo dopo verrà realizzata l’opera di restyling dell’intero sistema di difesa e sul quale Giani ha annunciato di voler stanziare 5 milioni nel bilancio 2024 della Regione. "Una buona notizia per il nostro Litorale – dice il sindaco Conti -, anche se con un mese di ritardo. Nel giro di un mese, due mareggiate hanno invaso strade, abitazioni, attività commerciali. Già dopo il primo evento di novembre la regione Toscana avrebbe dovuto dare il via ai lavori in somma urgenza". Fu proprio dopo la prima mareggiata, infatti, definita in più occasioni "evento eccezionale", che a distanza di pochi giorni il sindaco Conti aveva annunciato di voler stanziare 1 milione per il rifacimento delle dighe. Soldi che probabilmente verranno presi dai 3,5 milioni di euro per la vendita di Santa Croce in Fossabanda. "Abbiamo sempre collaborato con le altre istituzioni per risolvere i problemi – continua Conti -, al comune di Pisa competono le parti trasferite dal demanio marittimo, le spiagge per intendersi. Ma per quelle di ghiaia, per esempio, che sono tecnicamente una parte della difesa idraulica, che è stato necessario un accordo con la Regione, per spianarle in autonomia ogni primavera. Così abbiamo fatto a partire dal 2021, evitando gli atavici ritardi a cui erano abituati i marinesi. Come ricorda il Governatore, amministriamo da cinque anni, lo sanno bene i residenti del Litorale, territorio su cui abbiamo investito e continueremo a investire milioni di euro per la riqualificazione di piazze, strade, marciapiedi, illuminazione, spazi per spettacoli ed eventi culturali e molto altro. Anche per questo, chiediamo che la Regione – conclude Conti -, faccia la propria parte".