Riparte la primavera con ’Verde Pisa’. Espositori da tutta Italia tra fiori, piante e aromi

Inaugurata questa fiera che mette in mostra i gioielli della natura. Il sindaco Conti e il vice Latrofa annunciano un concorso tra vivaisti. per arredare parti della città e premiare le composizioni più belle.

Riparte la primavera con ’Verde Pisa’. Espositori da tutta Italia tra fiori, piante e aromi

Riparte la primavera con ’Verde Pisa’. Espositori da tutta Italia tra fiori, piante e aromi

Pisa in fiore e circondata di colori. Torna "Verde Pisa", con i suoi profumi di lavanda e vivaisti da tutta la Toscana. Quest’anno, giunta alla sua quarta edizione, Verde Pisa casca in tempo per i giorni di Pasqua e Pasquetta. Infatti, l’evento inaugurato ieri andrà avanti fino a domani sera. La rassegna, con i suoi 160 espositori da tutta Italia, si sviluppa lungo le strade e piazze del centro storico da piazza Vittorio Emanuele II a piazza Garibaldi, compreso il Ponte di Mezzo, passando per Corso Italia, Borgo stretto e Borgo largo. Sono esposte piante, fiori, ma anche prodotti dell’artigianato e, sotto le Logge di Banchi, prodotti enogastronomici di filiera corta. "Un appuntamento – ha detto il sindaco di Pisa, Michele Conti -, che si ripete da diversi anni e che vuole simboleggiare la ripartenza della primavera, che per Pisa è già cominciata quando abbiamo festeggiato, il 25 marzo, il Capodanno pisano. Questa manifestazione – ha aggiunto il primo cittadino -, dimostra ancora una volta l’interesse per l’Amministrazione verso il verde, un importante cavallo di battaglia di tutta la Giunta". Ad inaugurare le tre giornate anche il vicesindaco, Raffaele Latrofa che lancia una proposta per le prossime edizioni: "Nei prossimi anni – ha detto il vicesindaco -, vogliamo mettere in piedi un concorso tra i vivaisti per arredare parti della città con i fiori e premiare le composizioni più belle". Un modo per stimolare e rendere più attraente, sia ai turisti, che ai residenti, il centro storico di Pisa, ma anche per fare "un augurio colorato di Pasqua – ha aggiunto Latrofa -, a tutti i cittadini pisani". In programma anche eventi collaterali come conferenze e visite guidate con la possibilità di scoprire angoli nascosti della città, il giardino pensile di Palazzo Agostini, l’orto botanico universitario più antico del mondo, la visita al museo delle navi antiche e la camminata sulle mura medievali.