Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Provincia di Pisa, al via il tavolo programmatico per l'edilizia scolastica

Angori: “Entro fine mese la convocazione di una nuova riunione; i lavori del tavolo proseguiranno anche durante la pausa estiva delle scuole”

Il presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori
Il presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori

Pisa, 14 maggio 2022 – “Terminato in questi ultimi giorni il giro di ricognizione con gli istituti scolastici cittadini pisani; adesso, a stretto giro, sarà convocato un nuovo appuntamento del tavolo programmatico dell’edilizia scolastica cittadina messo a punto dalla Provincia di Pisa. La riunione sarà fissata con tutta probabilità entro l’ultima settimana di maggio: è nostra intenzione proseguire con il tavolo anche dopo la sospensione delle attività didattiche, con almeno una o due riunioni durante la pausa estiva, in modo da arrivare all’inizio dell’anno scolastico 2022/23 con una situazione chiara e condivisa con tutti gli attori e gli organismi interessati, seppure si tratti di una questione complessa, anche alla luce di quella che eventualmente potrà essere la situazione da Covid19”: con queste parole il presidente della provincia di Pisa Massimiliano Angori annuncia la roadmap per gli istituti cittadini relativamente alla situazione strutturale di trentennale carenza di spazi, che si è amplificata ulteriormente dall’inizio della pandemia.

RIUNIONI - “Nel corso della prossima riunione del tavolo programmatico avremo la situazione ancora più chiara, poiché proprio in questi giorni stiamo lavorando, insieme alla struttura tecnica provinciale, per definire alcuni aspetti che riguardano un po’ tutti i plessi, e in particolare i Licei Buonarroti, Carducci e Dini. Confermato l’arrivo dei moduli prefabbricati per il Carducci, a partire dal secondo quadrimestre 2022/23, il Liceo comunque, grazie all’opera di ottimizzazione degli spazi e alla collaborazione tra Dirigenti Scolastici, potrà contare su 4 aule in più già dall’inizio dell’anno scolastico. Così come il Liceo Dini, grazie alla consueta collaborazione tra istituti, potrà beneficiare di 3 aule aggiuntive da settembre. Nel corso della riunione del tavolo programmatico forniremo tutti i dettagli e la situazione aggiornata. Preme precisare che ancora non ci sono stati sviluppi per la questione delle ex Perodi, poiché ad oggi non ci sono stati risultati soddisfacenti, benchè sia da tempo avviato un confronto anche con gli uffici del Comune di Pisa relativamente a questo argomento. Colgo l’occasione per ricordare, infatti, che la situazione dei plessi pisani, seppure di stretta competenza della Provincia di Pisa, è una questione di forte impatto su tutto il tessuto cittadino, vista la nutrita rappresentanza della comunità scolastica e studentesca nella nostra città, così come d’altronde a suo tempo la Provincia di Pisa si era impegnata a trovare un accordo con l’Amministrazione Comunale per la questione della media Fucini, fornendo gli spazi che mancavano alla scuola di competenza comunale. Detto questo”, prosegue Angori, “insieme alla struttura provinciale, e alle Consigliere Provinciali Cristina Bibolotti e Antonietta Scognamiglio, delegate rispettivamente all’edilizia scolastica e alla programmazione scolastica, stiamo rintracciando tutte le soluzioni possibili da mettere sul piatto per un sereno avvio di anno scolastico 2022/23, ed eventualmente nel rispetto di quelli che saranno i protocolli ministeriali e regionali relativamente alla situazione sanitaria”, conclude Angori.

M.B.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?