Carabinieri
Carabinieri

Pisa 27 maggio 2020 - Prostituzione in un insospettabile centro olistico di Santa Maria a Monte: agli arresti domiciliari un uomo di 36 anni e due donne di 38 e 48 anni, tutti italiani, residenti a  Castelfranco di Sotto (Pisa) e Cascina (Pisa), a conclusione delle indagini effettuate dai carabinieri della compagnia di San Miniato (Pisa) sfociate nell'ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip Pisa. L'accusa è sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione

I militari del nucleo operativo e radiomobile di San Miniato, nell’ambito di un’articolata e complessa attività d’indagine, delegata dalla Procura della Repubblica di Pisa, hanno ricostruito la fitta rete di contatti che riguardava una fiorente attività di prostituzione. L'indagine, durata circa un anno, era scaturita dal viavai notato dagli stessi militari e segnalato dai vicini in ingresso e in uscita dallo studio annuciato come dedicato ad attività olistiche. 

Dalle indagini in particolare è emerso che i contatti con i clienti avvenivano attraverso annunci, appositamente strutturati, pubblicati su alcuni siti internet. Una delle due donne arrestate concordava al telefono orario degli appuntamenti e prestazioni. I clienti potevano scegliere tra 5 donne di età compresa fra 30 e 50 anni, tutte italiane (tra esse, entrambe le arrestate) e tutte residenti nella provincia di Pisa

Gli incontri avvenivano nel centro olistico (ora sottoposto a sequestro), preso in locazione dall’uomo coinvolto nel giro e da lui sub locato ad una delle due complici. Nel corso delle indagini è stato rinvenuto un “listino prezzi” manoscritto relativo a tutti i servizi offerti. Le tariffe oscillavano - in base alle prestazioni richieste e all'età delle donne  - dai 50 a oltre 100 euro. Da qualche tempo il centro di Santa Maria a Monte era stato chiuso e lo studio olistico trasferito un un'altra località del Pisano.  

Al termine delle operazioni le tre persone sono state sottoposte agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in Cascina (le due donne) e Castelfranco di Sotto.