Cascina, "un altro ponte off limits. Minaccia per l’economia"

Asso Tir sull’imminente ordinanza di chiusura ai mezzi pensati del cavalcavia di Cucigliana. Bandecchi: "Non ci sono vie alternative praticabili. Sarà caos"

Problemi in vista per la viabilità sull’asse Pisa-Pontedera
Problemi in vista per la viabilità sull’asse Pisa-Pontedera

Cascina (Pisa), 4 dicembre 2023 – L’annuncio da parte del comune di Cascina dell’imminente ordinanza di restrizione della circolazione dei mezzi con peso superiore ai 35 quintali, sul cavalcaferrovia lungo la Strada Provinciale 31 Cucigliana Lorenzana, in corrispondenza dell’abitato di Cascina stessa, mette in allarme Assotir.

"Una vera tempesta perfetta – la definisce Maurizio Bandecchi coordinatore Assotir Toscana - con le continue emergenze in Fipili, le limitazioni sulle strade provinciali e la carenza di percorsi alternativi, diventa un problema serio di caratura provinciale, se non regionale. Serve un tavolo interistituzionale dove gestire in modo più organico e con approccio complessivo i troppi punti critici delle infrastrutture di viabilità. Non è nostro compito capir, chi dovrà intervenire su questa struttura (visto che il Comune di Cascina pone il problema), ma occorre prendere atto delle conseguenze di questa ennesima chiusura sul traffico pesante e delle esigenze puntuali di garanzia della sicurezza della circolazione su tutto il reticolo viario".

"Scaricare sempre e solo sui mezzi pesanti ogni emergenza – aggiunge Bandecchi –, non complica solo la vita ai trasportatori, ma rappresenta una minaccia per l’efficienza del nostro sistema economico, dall’agricoltura, alla distribuzione, alle produzioni industriali e artigianali. Dal Ponte alle Bocchette a Pisa, fino a dopo Pontedera con il Ponte alla Navetta, non ci sono corridoi praticabili dai mezzi pesanti sulle direttrici nord sud. Il nodo di Cascina rappresenta il collegamento fra la zona del Lungomonte con la pianura, e l’unica alternativa (oltre al Ponte di Zambra di fatto inutilizzabile per le ridotte dimensioni della rotonda di Caprona), è il Ponte alla Botte nel limitrofo comune di Calcinaia, interessato da lavori di manutenzione straordinaria e chiuso ai mezzi pesanti da quasi sei mesi. Per il Ponte alla Botte si attende in questi giorni, il varo del progetto esecutivo e del via ai lavori: una fase che nella migliore delle ipotesi vedrà confermare i limiti alla circolazione, fino a settembre 2024. Tempi troppo lunghi per non prendere in considerazione soluzioni alternative da parte degli enti competenti in materia di viabilità".