Turismo, partiti stamani dal Tumolo del principe etrusco i primi camminatori del Cammino d’Etruria

L’assessore al turismo, Paolo Pesciatini, questa mattina ha dato il benvenuto e augurato “buon cammino” a un gruppo di camminatori del Cai di Bologna e di Pesaro pronti a partire lungo il percorso del Cammino d’Etruria

Migration

Paolo Pesciatini e il gruppo di camminatori del Cai di Bologna e di Pesaro

Pisa, 21 aprile 2022. L’assessore al turismo, Paolo Pesciatini, questa mattina ha dato il benvenuto e augurato “buon cammino” a un gruppo di camminatori del Cai di Bologna e di Pesaro pronti a partire lungo il percorso del Cammino d’Etruria. Il luogo della partenza era il Tumolo del Principe Etrusco. Si tratta di una nuova via dei cammini, lunga 155 chilometri, che al momento attraversa 14 comuni e 2 province, e vede coinvolte le città di origine etrusca. Attualmente collega Pisa con Volterra.

«Desideriamo che il Cammino d’Etruria – ha detto l’assessore al turismo, Paolo Pesciatini - prenda sempre maggior vigore e un esempio di attenzione da parte di appassionati e turisti è stato dato questa mattina in cui il folto gruppo di camminatori ha iniziato per la prima volta in assoluto a percorrerlo, partendo dal Tumulo del principe etrusco. Sono molto soddisfatto per la giornata odierna che ha visto i partecipanti attraversare luoghi anche insoliti e caratteristici della nostra città, come per esempio via San Martino. Con il percorso del Cammino abbiamo voluto inserire nel tracciato quelli che sono i luoghi che caratterizzano la più ampia offerta turistica della città e del territorio, così da consentirne la conoscenza sempre più diffusa». «Lo sviluppo di una rete di cammini a bassa quota - ha detto la presidente del Cai di Pisa, Evelyn Franceschini - permette di completare la conoscenza del nostro territorio e di creare ulteriori occasioni per apprezzare i tesori nascosti delle nostre zone rurali.  Il cammino d’Etruria si propone di creare non solo un tracciato, ma anche una rete di comunità, vale a dire una sinergia tra enti pubblici, enti privati e cittadini». Siamo felici di accogliere - ha detto il presidente del Cai di Livorno, Federico Catastini - questi camminatori del Cai di Bologna e Pesaro che per la prima volta fanno il cammino d’Etruria in attesa che tutti i 14 comuni interessati riconoscano il Cammino d’Etruria. Buon cammino agli amici del Cai di Bologna e Pesaro!». «La lodevole iniziativa proposta dall'ODV Cammini d'Etruria ETS - ha detto il presidente del Cai di Pontedera, Mauro Giovannini - pone in risalto le salienze archeologiche, in particolare quelle etrusche; la storica valenza dei borghi collinari; la bellezza delle colline e valli percorse da ampi respiri del paesaggio. Un Cammino da non perdere». «Cammini d’Etruria” – ha detto la vicepresidente dell’Associazione Cammini d’Etruria, Sonia Montagnani - lavora al tratto Pisa-Volterra dal maggio-luglio 2019 e il lavoro non è ancora concluso: oggi però è una tappa importante sul cammino della sua realizzazione, che ci fa sperare che il progetto possa essere completato un giorno, speriamo in tempi relativamente brevi». Alla partenza, erano presenti anche i presidenti del Cai di Pisa, Evelyn Franceschini, i consiglieri del Cai di Pontedera, Attilio ToniVincenzo Fontana e gli associati Mario Galluzzi e Sonia Montagnani, il consigliere Cai Stefano Dal Canto, il presidente di Italia Nostra di Pisa, Gabriele Del Guerra, il presidente Alma Pisarum APS, Alessio Niccolai, e consigliere comunale del Comune di Collesalvetti.