Chiude Paolicchi alimentari: “Un’icona di Marina di Pisa”

Una decisione difficile per Lucia Gambicorti e il marito Maurizio Paolicchi: "Qualcuno voleva rilevarlo, ma non esistono giorni liberi e ci hanno ripensato"

La bottega alimentare Paolicchi a Marina di Pisa

La bottega alimentare Paolicchi a Marina di Pisa

Pisa, 31 dicembre 2023 – Un’icona di Marina di Pisa si prepara a chiudere i battenti dopo mezzo secolo di storia. La bottega alimentare Paolicchi, un luogo che ha segnato le vite dei residenti per oltre cinquant’anni, annuncia la sua chiusura definitiva. Una decisione difficile per Lucia Gambicorti, volto noto e titolare insieme al marito Maurizio Paolicchi di questa bottega, presa in gestione nel 1973, che ha incarnato più di un semplice punto di vendita.

Già l’anno scorso era stato chiuso il forno, spento dopo 60 anni. "Non ce la faccio più, devo pensare alla salute in questo momento - dichiara con un misto di tristezza Lucia Gambicorti -. Lascio a malincuore i miei vecchietti (come chiama i suoi clienti più affezionati ndr ) e i clienti, che disperati, mi stanno pregando di ripensarci" continua ricordando i momenti più belli vissuti dietro al bancone. Una possibilità di cedere l’attività era stata vagliata in passato, ma senza successo. "Qualche ragazzo si era avvicinato - racconta Gambicorti -, voleva rilevare l’attività, ma poi ci hanno ripensato. È un lavoro duro, non ci sono né sabati né domeniche e neppure estati. Per questa attività ho dato tutta me stessa, mentre i miei figli hanno imboccato già da tempo strade diverse".

Il Panificio Paolicchi non è stato solo un luogo dove comprare pane fresco ma un punto di riferimento per la comunità, un luogo dove ci si incontrava, ci si confrontava e si chiedevano informazioni. "Non solo pane, ma qua è sempre stato come far parte di una famiglia, con clienti fissi che si confrontavano e scambiavano consigli sulle necessità quotidiane" sottolinea Lucia, evidenziando il ruolo centrale delle botteghe alimentari, nella vita quotidiana di molte persone. "Preparavamo anche le merende la mattina per i bambini che vanno a scuola - rammenta Gambicorti -, e facevamo anche servizio a domicilio per gli anziani". Con la chiusura del panificio, una parte della storia locale si spegne, lasciando un vuoto nel tessuto sociale di Marina di Pisa. Alla comunità ora non rimane che salutare un luogo che ha fatto parte della vita quotidiana di generazioni intere.