Nasce nuovo studentato nell’ex area Saint Gobain

In una zona di circa 10 mila metri quadrati in via Ponte a Piglieri 372 posti letto. Porta a Mare "opportunità per completare la riqualificazione nel quartiere".

Nasce nuovo studentato nell’ex area Saint Gobain

Nasce nuovo studentato nell’ex area Saint Gobain

Sta per nascere a Porta a Mare un nuovo studentato da 372 posti letto. Finint Investments, società di gestione del risparmio del Gruppo Banca Finint, ha stipulato, attraverso il Fondo Pitagora, un contratto preliminare di compravendita di un’area di circa 10 mila metri quadrati in via Ponte a Piglieri: il progetto prevede la costruzione nell’area ex Saint Gobain di un complesso (un immobile e aree verdi attrezzate per il tempo libero) e gli alloggi saranno prevalentemente a sistemazione in stanza singola con tre diverse tipologie di soluzioni, dotate di angolo cottura e servizi privati, ma saranno presenti anche stanze doppie per proporre la più ampia offerta in funzione delle molteplici esigenze abitative. Lo studentato comprenderà oltre ai posti letto, tutti i servizi accessori alla residenza, tra cui una reception per l’accoglienza, una caffetteria e un’area dedicata ai servizi di lavanderia. Per l’intrattenimento e il tempo libero saranno inoltre a disposizione degli studenti una sala video, una giochi, sale conviviali e di svago oltre ad aule dedicate allo studio dove sarà possibile organizzare anche seminari. Sul fronte del benessere sarà costruita una palestra completamente accessoriata e un’ulteriore struttura sportiva all’esterno. "Per Pisa - ha detto il sindaco, Michele Conti - è un’ottima notizia e in particolare lo è per il quartiere di Porta a Mare. L’acquisto dell’area in via Ponte a Piglieri per la realizzazione di un nuovo studentato costituisce una grande opportunità per completare la riqualificazione in atto nell’area, dove è rimasta un’ampia zona non utilizzata, occupata da capannoni abbandonati. Insieme ad altri progetti e piani di recupero in corso che prevedono la realizzazione di studentati, come l’ex caserma Artale o la riconversione di Santa Croce in Fossabanda, stiamo puntando a dar vita a un sistema di accoglienza degli studenti che garantisca un piano della qualità dell’abitare all’altezza degli eccellenti livelli di studio che le nostre tre università e la città già offrono". Secondo Mauro Sbroggiò, amministratore delegato di Finint Investments, "il mercato degli studentati ha registrato negli ultimi anni una rapida crescita e per rispondere al forte fabbisogno di Pisa abbiamo scelto una soluzione abitativa in linea con le aspettative delle nuove generazioni, con un investimento immobiliare sostenibile allineato ai migliori standard europei". "Questa operazione - conclude Luca Lemmi, presidente della Cmsa cooperativa che controlla Ville Urbane spa, la società che ha ceduto il terreno - è un significativo passo in avanti nel completamento del recupero dell’ex Saint Gobain".