Il Concerto di Capodanno, tradizione del Verdi

Lunedì 1 gennaio alle 18, appuntamento con l’Orchestra Arché e il soprano Nikoletta Hertsak

Il Concerto di Capodanno, tradizione del Verdi
Il Concerto di Capodanno, tradizione del Verdi

Lunedì primo gennaio alle 18, si torna a sorridere. Come da tre decenni, il Teatro di Pisa apre il nuovo anno sulle note della tradizione con il Concerto di Capodanno, edizione numero 32, organizzato in collaborazione con il Comune di Pisa e il Lions Club Pisa Host. Sarà proposto un repertorio di pagine luminose e brillanti tipiche della tradizione di Capodanno eseguite dalla Camerata Strumentale di Prato con l’Orchestra Arché diretta da Claudio Novati e con la partecipazione del soprano Nikoletta Hertsak. Non mancheranno i bis e i rametti di vischio donati alle spettatrici dai fioristi Confcommercio Pisa. Per onorare la tradizione, anche questa edizione del Concerto di Capodanno avrà una finalità benefica: destinataria del ricavato è l’associazione Il Mandorlo Onlus per le cure palliative. Info e biglietti: I biglietti (posto unico 22 euro) in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, al servizio di biglietteria telefonica (050.941188) e nel circuito Vivaticket (on-line e nei punti vendita del Circuito). Info: 050.941111, www.teatrodipisa.pi.it e canali social del Teatro (facebook e instagram).L’edizione numero 32 del Concerto di Capodanno presenta un programma vario, leggero e brillante. Al Die Fledermaus di Johann Strauss jr. si affiancheranno pagine memorabili prese dal mondo dell’Opera, tra cui il celebre valzer di Musetta dalla Bohème di Giacomo Puccini. Brani strumentali, per sola orchestra, si alterneranno a brani cantati per soprano e orchestra. Sui titoli di coda, dopo gli indirizzi d’augurio di orchestra e firettore, viene eseguita la Radetzky-Marsch di Johann Strauss padre, in ossequio alla tradizione.