Tuono Pettinato, al secolo Andrea Paggiaro, incoronato a Lucca Comics
Tuono Pettinato, al secolo Andrea Paggiaro, incoronato a Lucca Comics
Una matita gentile. Delicata e ironica. Si è spento all’età di 44 anni, dopo una lunga malattia, il fumettista pisano Tuono Pettinato. Andrea Paggiaro – questo il nome di battesimo – era ricoverato all’ospedale delle Versilia e la notizia della morte, avvenuta durante la notte tra domenica e lunedì, ha lasciato un vuoto enorme tra i tanti (pisani e non) che lo hanno amato e apprezzato nel corso della sua prolifica carriera. Fortemente legato alla sua città, era figlio di Lia Remorini, attiva nell’associazionismo, e del professor Pierluigi Paggiaro, ex direttore di Fisiopatologia...

Una matita gentile. Delicata e ironica. Si è spento all’età di 44 anni, dopo una lunga malattia, il fumettista pisano Tuono Pettinato. Andrea Paggiaro – questo il nome di battesimo – era ricoverato all’ospedale delle Versilia e la notizia della morte, avvenuta durante la notte tra domenica e lunedì, ha lasciato un vuoto enorme tra i tanti (pisani e non) che lo hanno amato e apprezzato nel corso della sua prolifica carriera. Fortemente legato alla sua città, era figlio di Lia Remorini, attiva nell’associazionismo, e del professor Pierluigi Paggiaro, ex direttore di Fisiopatologia respiratoria e riabilitazione respiratoria dell’Aoup. E l’Azienda ospedaliera universitaria pisana si stringe con affetto al professore Pierluigi Paggiaro. da sempre così orgoglioso del talento di suo figlio,Andrea che aveva conquistato il mondo del fumetto a piccoli grandi passi: le sue storie sono state pubblicate dalle più importanti case editrici del panorama nazionale ed era considerato tra i più talentuosi fumettisti della sua generazione.

Diplomato al liceo Buonarroti, formatosi al Dams di Bologna, aveva fondato nel 2008 il collettivo dei "Superamici", insieme a Ratigher, Lrnz, Dottor Pira e Maicol & Mirco. Tra i suoi lavori, le biografie di grandi personaggi, oltre a storie originali in forma di strisce, graphic novel, vignette e illustrazioni. Nel 2009 aveva ricevuto il Premio Nuove Strade a Napoli Comicon e nel 2014 il premio come Miglior autore unico a Lucca Comics & Games, che l’anno successivo gli ha dedicato una grande mostra a Palazzo Ducale. L’interesse di Tuono Pettinato per la scienza l’aveva portato a firmare i disegni del racconto di grandi ricercatori come l’astronomo Galileo Galilei ("Galileo! Un dialogo impossibile", Felici) e il matematico Alan Turing ("Enigma. La strana vita di Alan Turing", con Francesca Riccioni, Rizzoli Lizard) e persino a collaborare con il Cnr per realizzare "OraMai" (Comics & Science), raccontando anche Garibaldi, Freddie Mercury e Kurt Cobain. Del 2013 è invece "Corpicino" (Grrzetic), riflessione sul ruolo dei media di fronte alla tragedia. Libro inserito tra i testi dell’insegnamento di Criminologia, all’interno dei corsi di laurea di Scienze Pedagogiche e di Psicologia dell’Università di Genova. Tra i suoi ultimi lavori "Non è mica la fine del mondo", "Chatwin. Gatto per forza, randagio per scelta" e "Neri e Scheggia in Galleria" (Coconino Press). Grandissimo il cordoglio nel mondo del fumetto e dell’animazione, commozione anche a Pisa. Tra i primi a salutarlo gli amici del cineclub Arsenale, con cui aveva un rapporto speciale, esattamente come con il Lanteri e le librerie cittadine. Le foto di Tuono con gli amici pisani hanno invaso i social in pochissime ore.

La camera ardente sarà allestita a partire da questa mattina alla Pubblica Assistenza di Pisa, i funerali di Tuono Pettinato si svolgeranno domani, alle 15.30, nella chiesa di San Michele degli Scalzi.

Francesca Bianchi