"Dovevi partorire a Livorno non a Pisa"

Due nonne litigano in ospedale per un malinteso sulla nascita della nipotina. La polizia interviene per riportare la calma. Alla fine madre e figlia stanno bene.

"Dovevi partorire a Livorno non a Pisa"

"Dovevi partorire a Livorno non a Pisa"

Avrebbe dovuto essere un giorno di gioia, invece nel reparto di ostetricia del Santa Chiara in un attimo è scoppiato il finimondo durato pochi minuti e sedato solo dal tempestivo intervento di una Volante della polizia. La nascita della nipotina ieri ha infatti fatto litigare le due nonne e neppure i poliziotti volevano credere a quanto accaduto. La madre della partoriente, livornese, è arrivata infuriata in ospedale perché è stata "l’ultima a sapere del parto della figlia" e anche perché sua nipote è astata fatta nascere a Pisa anziché a Livorno. Ma alla base del litigio, secondo quanto ricostruito dai poliziotti, ci sarebbe solo un malinteso e una serie di circostanze determinate dall’ansia del momento: giovedì sera infatti la madre della piccola ha accusato dei malesseri ed è stata accompagnata dai familiari in ospedale, qui i medici dopo qualche ora di osservazione hanno deciso di procedere per sicurezza al parto cesareo per garantire la salute di mamma e figlia. In questo lasso di tempo tuttavia, la partoriente non ha avvisato direttamente la madre pensando che lo avesse fatto la suocera. Così quando la nonna livornese ha saputo della nascita è andata su tutte le furie e si è precipitata in ospedale dove ha letteralmente aggredito verbalmente la consuocera. Sono volati insulti e spintoni reciproci che hanno spinto il personale sanitario a richiedere l’intervento della polizia: gli agenti hanno riportato in breve la calma registrando anche il disappunto della nonna livornese di avere la nipotina pisana. Alla fine però è tornata la calma e, ciò che è più importante, giovane madre e figlia stanno bene.