Costanza Musumeci
Costanza Musumeci

Pisa, 19 novembre 2019 - Se n'è andata ieri mattina, in quelle poche ore di sole che hanno dato tregua alla città in questo novembre sempre così buio e triste. Forse un piccolo segno, l’ultimo raggio di una vita tanto giovane quanto solare spezzata per sempre negli anni più dolci e spensierati. Costanza Musumeci, 29 anni, resterà per sempre come nella foto che pubblichiamo: una cascata di capelli biondi, un sorriso contagioso e tante grandi passioni che la rendevano sempre attiva e positiva. Purtroppo però la Sla – sclerosi laterale amiotrofica – l’ha avuta vinta dopo anni di combattimenti e fatiche. Una lotta impari.

Costanza abitava in centro storico con la mamma ed era orfana di padre, morto qualche anno fa a causa di un tumore. «Una ragazza sempre in movimento – raccontano alla farmacia Bottari dove aveva svolto, qualche anno fa, un tirocinio – e allegra. Non si fermava un momento e lavorare con lei era davvero un piacere. Siamo davvero dispiaciuti e ci uniamo al dolore della famiglia». Costanza dal 2004 al 2009 aveva frequentato il liceo scientifico «Dini» poi si era iscritta alla facoltà di farmacia. Aveva concluso l’università nel 2014 quindi aveva lavorato prima per Farmacia Bottari quindi per la Farmacia Comunale Tre, in via Battelli. Amava la moda, la cosmetica, i viaggi e – soprattutto – il mare.

Non è chiaro quando si sia consumata la tragedia. Domenica sera la madre era rimasta con la figlia fino a tardi poi (stanchissima) era andata a letto. Al risveglio la drammatica scoperta. L’allarme è scattato poco dopo le 9 del mattino ma – quando sul posto è arrivata l’ambulanza della Misericordia di Pisa – ormai per Costanza non c’era più niente da fare. Da tempo, purtroppo, la 29enne stava veramente male. Tutto era iniziano più o meno tre anni fa con un dolore al ginocchio e poi al piede che l’aveva messa in allarme. Dopo una serie di accertamenti quindi era giunta la terribile diagnosi. Da quel momento per Costanza era iniziata una vita diversa e più complessa fino all’epilogo di ieri.

I funerali sono fissati per mercoledì pomeriggio nella chiesa di Santa Caterina.

Saverio Bargagna
© RIPRODUZIONE RISERVATA