Calci elegge il consiglio dei ragazze e delle ragazze

Festa della Toscana in Valgraziosa con l’insediamento della prima sindaca junior: è Irene Cascino dche ha ricevuto la fascia dal sindaco Ghimenti.

Calci elegge il consiglio dei ragazze e delle ragazze
Calci elegge il consiglio dei ragazze e delle ragazze

Da ieri, giorno della Festa della Toscana, calci ha la sua giovane sindaca, Irene Cascino, eletta regolarmente dal Ccrr, il consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze. Un momento particolarmente emozionante per i dodici nuovi rappresentanti dei giovani calcesani, che riuniti in Municipio hanno eletto sindaca e vicesindaco di fronte al primo cittadino Massimiliano Ghimenti, alla vicesindaca Valentina Ricotta e all’assessora Anna Lupetti.

Le votazioni per il rinnovo del Ccrr di Calci si erano svolte nei giorni precedenti, fra gli alunni e le alunne delle classi prime e seconde della scuola secondaria di primo grado Giunta Pisano. Candidati e candidate avevano avanzato proposte e idee, per le quali sono risultati eletti Greta Bacci, Mario Bonanni, Irene Cascino, Alfoussine Diarra, Francesco Faragalli (eletto vicesindaco), Alice Iozzi, Chiara Iurato, Anna Mariani, Adele Piccioli, Emanuele Rotella, Adele Strambi e Francesco Trabucco. L’idea di avere un giovane consiglio comunale è un’ottima opportunità non solo per i ragazzi di esprimere le proprie idee di potenziamento del territorio, ma anche per curare l’aspetto educativo della responsabilizzazione e presa di coscienza dei valori legati al senso civico e della collaborazione. Prezioso il lavoro degli insegnanti, in particolare della referente del progetto Cristina Pappalardo, che ha curato ogni aspetto e accompagnato i ragazzi nella sala consiliare del Comune di Calci per l’elezione del sindaco. I giovani studenti hanno espresso le idee che vogliono portare avanti, tra le quali l’accrescimento del valore del Monte Pisano, con la proposta di aumentare le giornate di iniziative come "Puliamo il mondo", ma anche ritrovare e rendere viva la partecipazione e i momenti di incontro tra coetanei.

Il Ccrr, come da statuto, resterà in carica per due anni, avrà a disposizione un budget di 3000 euro per realizzare i propri progetti e potrà anche avanzare proposte all’amministrazione comunale. Allo stesso tempo, è chiamato a presenziare ai principali eventi istituzionali sul territorio.

"Non posso che ringraziarvi per l’impegno che avete messo nella campagna elettorale - queste le parole rivolte al nuovo Ccrr dal sindaco Ghimenti - e per l’impegno che metterete, d’ora in avanti, per realizzare le vostre idee e progetti. Vi auguro buon lavoro e vi ricordo che in questa nuova esperienza imparerete anche cosa significa essere responsabili delle scelte per il territorio e per tutta la Comunità giovanile che siete chiamati a rappresentare".

Alessandra Alderigi