Pisa con i suoi lungarni, ma anche Alicante. Un omicidio, come ogni giallo che si rispetti. E poi amministratori di condominio versiliesi, sicari rumeni, vecchietti che si arrabbiano per una maglia della Fiorentina, corse e rincorse, cellulari spenti, riflessioni sull’avvocatura e sulla vita che poteva essere e non è. Gli avvocati pisani Andrea Mengali e Francesco Nati dal tribunale...

Pisa con i suoi lungarni, ma anche Alicante. Un omicidio, come ogni giallo che si rispetti. E poi amministratori di condominio versiliesi, sicari rumeni, vecchietti che si arrabbiano per una maglia della Fiorentina, corse e rincorse, cellulari spenti, riflessioni sull’avvocatura e sulla vita che poteva essere e non è. Gli avvocati pisani Andrea Mengali e Francesco Nati dal tribunale saltano direttamente in libreria. "Graniglia mobile“, il giallo scritto a quattro mani e pubblicato da Marchetti editore, dipinge un affresco di struggente ironia e accettazione delle debolezze e delle mancanze, proprie e altrui. Il libro sarà presentato in anteprima venerdì 18 alle 18.30 nell’ambito del "Caffè filosofico-letterario" di piazza Cavallotti.

Andrea Mengali, classe 1980, è nato e cresciuto a Pisa. Laureato in Giurisprudenza e dottore di ricerca in diritto dell’arbitrato, è avvocato civilista ed esercita nella sua città. È autore di testi giuridici e collabora con le Università di Pisa e Firenze nell’insegnamento del diritto processuale.

Francesco Nati, classe 1978, è nato a Pisa, dove tuttora risiede. Laureato in Giurisprudenza, ha poi conseguito il titolo di avvocato. Attualmente lavora nell’amministrazione di una Fondazione Onlus che si occupa di anziani.

Protagonista del giallo è Stefano, avvocato civilista che nella vita ha messo la ragione al posto del cuore (o almeno ci prova). Poi c’è sua moglie Nadia. E Chiara, la moglie di Carlo, dottore lucchese. E ci sono le due città: Pisa, mai nominata ma sempre sullo sfondo, a rappresentare il presente, e Alicante: il passato. La presentazione di venerdì 18 settembre, alla presenza dei due autori, sarà accompagnata dalle letture del regista e attore Pietro Malavenda e dagli interventi dell’editrice Elena Marchetti. Il "Caffè filosofico letterario" di piazza Cavallotti è organizzato da Marchetti Editore, Carmignani Editrice e dalla libreria Erasmus. Ingresso libero. Info www.marchettieditore.it