Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
5 nov 2019

Emozioni e brividi nerazzurri: il ricordo di Romeo Anconetani, il Presidentissimo

Oltre 100 vecchie glorie nerazzurre sono intervenute a Teatro Verdi per celebrare Romeo Anconetani a distanza di 20 anni dalla scomparsa del Presidentissimo

5 nov 2019
andrea martino

Pisa, 5 novembre 2019 - Oltre 600 persone, delle quali circa 100 hanno onorato la maglia nerazzurra in tutti i campi d’Italia, in 16 anni magici nei quali lo Sporting Club ha sfidato occhi negli occhi i giganti del calcio mondiale: tutti riuniti al Teatro Verdi per celebrare la memoria di Romeo Anconetani a 20 anni dalla sua morte. Un fiume inarrestabile di emozioni, ricordi, flash nei quali l’immagine, le parole e la passione nerazzurra del Presidentissimo hanno fatto da linea guida, incanalato dal nipote Matteo Anconetani e dai numerosi sponsor che hanno contribuito all’organizzazione della serata. Sul palco del teatro pisano si sono avvicendati i grandi campioni che dal 1979 al 1994 hanno reso realtà il sogno nerazzurro: dalla Serie C alla Serie A, il viaggio ha permesso ai supporters di riabbracciare Quarella, Piovanelli, Cecconi, Padovano, e poi i grandi campioni stranieri Berggreen, Larsen, Dunga.

Fra una formazione storica e l’altra, sul palco del Verdi sono saliti anche alcune icone dello spettacolo e della musica pisana: il gruppo Homo Sapiens, il cantautore Alberto Nelli, il comico Ubaldo Pantani. Tutti rigorosamente con la passione nerazzurra nel cuore e il culto di Romeo Anconetani, che si sono avvicendati alle immagini d’epoca che hanno riproposto alcune affermazioni del Presidentissimo. E accanto a queste, durante la serata sono arrivate anche le dichiarazioni e i ricordi di altri ex che non hanno potuto partecipare dal vivo all’evento: Mario Been dall’Olanda ha rispolverato gli anni in nerazzurro dall’88 al ’90, mentre Wim Kieft si è collegato in diretta per salutare il Teatro Verdi. “Purtroppo non sono potuto venire a causa del mio lavoro nella televisione olandese – ha spiegato l’ex scarpa d’oro -. Ma sapere che moltissime persone si sono riunite per ricordare Romeo mi emoziona. Pisa significa ancora tanto per me”.

Dal Paraguay è intervenuto anche uno degli stranieri più celebri della gestione di Anconetani, anche se in campo non ha rispettato le attese: Jorge Caraballo, che adesso lavora come tassista nel suo paese. “Romeo era una persona fortissima, che trasmetteva la passione e l’amore per Pisa e per il Pisa”, ha commentato l’ex calciatore. Le emozioni si sono moltiplicate a dismisura quando accanto a Romeo Anconetani sono stati ricordati alcuni ex calciatori scomparsi prematuramente: Giorgio Barbana, Franco Rotella, Andrea Fortunato, tutti celebrati con un applauso scrosciante. La serata si è conclusa con l’annuncio della “Formazione del secolo”, composta dagli undici calciatori più rappresentativi dell’epoca Anconetani, votati su Facebook dalla tifoseria nerazzurra: Alessandro Mannini, Stefano Colantuono, Giuseppe Volpecina, Paolo Cristallini, Mario Faccenda, Carlos Dunga, Klaus Berggreen, Henrik Larsen, Lamberto Piovanelli, Michele Padovano e Paolo Baldieri. Ad allenare questo dream team è stato eletto con un plebiscito Gigi Simoni – rappresentato sul palco dal figlio Leonardo-, colpito da un malore che da alcuni mesi lo sta impegnando nella partita più importante della sua vita.

 

La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)
La serata per Romeo Anconetani (foto Andrea Valtriani)

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?