Pisa, mercoledi 15 agosto 2018 - Da una parte la  la consapevolezza di essere finito definitivamente ai margini dopo le tre mancate convocazioni consecutive e l'arrivo di Marconi (29 anni), dall'altra le contestazioni della tifoseria e quel briciolo di buon senso in più necessario per valutare con attenzione tutte le opportunità sul tavolo. Sta di fatto che, nelle ultime ore, il “no” di Eusepi (29), il giocatore nerazzurro con il contratto più pesante (circa 220mila euro l'anno fino al 2021), a qualsiasi ipotesi di trasferimento è meno fermo e irremovibile rispetto a qualche giorno fa. Nei prossimi giorni il procuratore del giocatore e il direttore sportivo Roberto Gemmi si incontreranno per valutare tutte le ipotesi: la rescissione, ventilata nel primo pomeriggio di ieri,al momento sembra essere la possibilità più remota ma non è escluso che a fronte di una sostanziosa buonuscita il giocatore possa prendere in considerazione l'eventualità di cambiare aria. Nonostante una stagione sottotono, infatti, all'attaccante gli estimatori non mancano: alla finestra c'è sempre il Vicenza, società che ha in mano un'intesa con la società nerazzurra già da qualche settimana, ma nelle ultime ore si sarebbero fatte avanti con forza anche la Viterbese e, soprattutto, lo Juve Stabia. Probabile che Eusepi si accasi in uno di questi tre club qualora riesca a trovare un'intesa con il Pisa su come regolare tutte le pendenze. Beninteso, la trattativa non è facile e nemmeno in discesa, ma almeno è partita ed è un passo in avanti rispetto solo a poche ore fa. Se la cessione dovesse andare in porto, potrebbe anche prendere quota l'eventualità di portare in nerazzurro il giovane Lunetta (22), esterno d'attacco di proprietà dell'Atalanta e l'anno scorso in forza al Renate, su cui il diesse Gemmi aveva raccolto informazioni nei giorni scorsi.

Ingrosso (29), invece, è quasi un giocatore dell'Ascoli. Sulla stessa tratta potrebbe seguirlo anche Petkovic (21) destinato a divenire uno dei tre portieri della compagine marchigiana. In direzione contraria potrebbe muoversi Mignanelli (25), laterale mancino che nelle ultime due stagioni in bianconero ha raccolto 48 presenze in cadetteria. Un'alternativa di lusso per D'Angelo che, sulle corsie esterne, può già contare su Lisi (29), Zammarini (22) e Birindelli (19). Appena chiuso l'affare Ingrosso, in difesa arriverò l'ex Livorno Franco (34), elemento d'esperienza di una retroguardia che potrà contare anche sui giovani Buschiazzo (22), Brignani (20), Meroni (21), Bechini (17) e su Sabotic (25). A centrocampo, qualora dovesse partire qualcuno, potrebbe arrivare Manuel Giandonato (28), 21 presenze l'anno scorso con il Livorno.