Diana Bacosi
Diana Bacosi

Cetona (Siena), 26 luglio 2021 - Diana Bacosi ha regalato un'altra medaglia all'Italia nel tiro a volo olimpico: dopo l'oro di Rio 2018 è arrivato l'argento di Tokyo, con la 38enne di Citta' della Pieve beffata per un solo piattello dall'americana Amber English che ha centrato 56 piattelli contro i suoi 55. Nella finale l'azzurra e' stata spesso in vantaggio, fino all'ultima serie di tiri con due errori fatali. Il bronzo e' andato alla cinese Weng Mei. Subito eliminata l'altra azzurra, la 43enne Chiara Cainero, oro a Pechino 2008 e argento a Rio 2016, solo 20ma con 114/125.

"Speravo nell'oro, di bissare Rio, è' arrivato l'argento ma ho dato tutto cio' che avevo e sono contenta cosi'", ha commentato la tiratrice dell'Esercito, dopo l'abbraccio al ct Andrea Benelli e al presidente della Fitav Luciano Rossi. "Ho dato continuita' alle mie prestazioni e alla fine ho perso l'oro per un piattello: nello sport puo' succedere". Poi ha ammesso le difficolta' nell'ultima serie: "Piu' mi dicevo non pensare che vai per l'oro e piu' il pensiero andava a questa cosa, non riuscivo piu' a concentrarmi sui movimenti che dovevo fare, pero' a casa la medaglia l'ho portata".

La dedica

La dedica? "Non voglio essere banale ma la voglio dedicare a tutti gli italiani, a tutti noi, che abbiamo sofferto tanto a stare lontani, per via della pandemia, per il mancato contatto e per non poter stare assieme". "Ho avuto proprio un blocco" per l'emergenza Covid, ha ammesso, "non sapevo come reagire, per un periodo avevo paura di entrare in contatto anche con le cose. "Abbiamo sempre reagito alle difficolta', abbiamo cantato dai balconi, ce ne siamo inventate di tutte, la mia medaglia e' per tutti noi", ha aggiunto. "Ora voglio mangiare un bel piatto di pasta e poi voglio abbracciare i miei cari e mio figlio: ha seguito tutta la gara in televisione, ormai e' grande, e' il mio primo tifoso. Non vedo l'ora di sentirlo". Il figlio Mattia, 11 anni, nel 2018 era stato coinvolto in un brutto incidente stradale mentre era in auto insieme alla mamma, per fortuna senza conseguenze. Delusa Chiara Cainero per il suo 20mo posto: "A volte riusciamo a fare tutto alla perfezione, a volte abbiamo qualche problema, nel nostro sport la fortuna influisce al 10%. A volte si vince, a volte si perde, bisogna accettarlo". Nello skeet degli uomini ha chiuso la finale al sesto e ultimo posto il vicecampione del mondo Tammaro Cassandro, eliminato e in lacrime dopo i primi 20 piattelli.

Il sindaco di Cetona

“Uno splendido argento olimpico per la nostra Diana Bacosi, dopo la finale della prova individuale di skeet. Diana si conferma ai vertici della specialità olimpica di tiro a volo. Una grande soddisfazione per Diana, per la sua famiglia e per tutta la comunità di Cetona". Si pronuncia con "grande entusiasmo" Roberto Cottini, sindaco di Cetona, in provincia di Siena, subito dopo la conquista della medaglia d'argento ai Giochi Olimpici di Tokio 2020.  Diana Bacosi, campionessa olimpica nel tiro a volo 'skeet' femminile, contesa tra Cetona, in provincia di Siena, e Città della Pieve, in provincia di Perugia, già nei Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016, quando ha vinto la medaglio d'oro nello skeet, è nata in Umbria a Città della Pieve il 13 luglio 1983, ma la sua famiglia d'origine è cetonese ed ha sempre vissuto a Cetona, in Toscana.  Cetona nel 2016 aveva festeggiato con l'atleta con una festa straordinaria. "Ora si sta preparando ad accoglierla nuovamente per questo straordinario podio",fa sapere il sindaco.

I complimenti del generale Figliuolo

"Mi è arrivata la notizia della medaglia d'argento nel tiro al volo a Diana Bacosi che e' un atleta dell'esercito. Complimenti alla Difesa, all'esercito e viva l'Italia". Cosi' a Morning News su Canale 5 il commissario straordinario all'emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo.

Giani: "Meravigliosa Diana Bacosi"

"Meravigliosa Diana Bacosi! L'atleta toscana conquista l'argento olimpico nello skeet!". Lo ha scritto sul suo profilo Facebook il presidente della regione Toscana, Eugenio Giani celebrando la medaglia olimpica nello skeet dell'atleta toscana, Diana Bacosi.