Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
4 ago 2022
4 ago 2022

"Traffico, caro sindaco così proprio non va"

I residenti da tempo chiedono maggior sicurezza e meno degrado in due strade: via Ponte di Monsummano e delle Cantarelle

4 ago 2022

Avevano chiesto risposte al sindaco e le risposte sono giunte. Solo che non sono quelle che speravano. Sono i cittadini che da tempo chiedono maggior sicurezza e meno degrado in via Ponte di Monsummano e via Cantarelle a Pieve a Nievole. "La carreggiata sconnessa – scrivono al sindaco Diolaiuti – la poca visibilità dovuta alla vegetazione a bordo strada che non viene curata da anni e che occupa parte della corsia coprendo la segnaletica orizzontale, le fosse non ricavate hanno ormai superato la quota della strada. Le illuminazioni promesse – proseguono – confermano lo stato di abbandono". Per questo i cittadini chiedevano il rifacimento del manto stradale, della segnaletica orizzontale, sfalcio dei fossi, ripristino delle pendenze, realizzazione dell’illuminazione e riapertura del transito alle due ruote con eliminazione del limite a 30 chilometri orari. Il Comune di Pieve ha risposto che "La maggior parte delle richieste sono di competenza dell’amministrazione provinciale – e poi prosegue – per quanto concerne l’illuminazione pubblica che invece è reaizzata e gestita dal Comune, è una questinoe già all’esame degli uffici e valuteremo le soliuzioni tecniche più opportune". Intanto il consigliere pentastellato Andrea Pomponio, che è tra i firmatari, commenta aspramente la risposta dell’amministrazione. "Sono stato contattato da via Ponte Monsummano – spiega –perché non sono mai stati eseguiti i lavori nemmeno l’illuminazione promessa in campagna elettorale. Sappiamo che il manto stradale è responsabilità della Provincia ma il Comune a quanto pare non ha nemmeno sollecitato. Siamo di fronte a un nuovo scaricabarile sulla Provincia come se la strada non passasse da Pieve a Nievole. I cittadini sono stanchi di queste non risposte e di non ottenere ciò che sarebbe normale. In inverno si riallagherà perché i cigli non sono stati ancora messi in sicurezza. Via delle Cantarelle aveva altre richieste che non sono state esaudite né ascoltate. Il Bar Magic ha chiesto di togliere lo spartitraffico almeno davanti al bar che è pericoloso perchè messo senza criterio perché davanti un bar dove in caso di incidente l’unica via di fuga è quella verso i tavolini del bar stesso. Inoltre – conclude – I cittadini si sentono abbandonati a il sindaco risponde loro che le zone non sono assolutamente abbandonate ma basta passarci ogni giorno per vedere qual è il degrado e quali sono i problemi, tanto che anche chi passa tutti i giorni da lì e non ci abita ha firmato perché comunque soffre un disagio".

Arianna Fisicaro

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?