Torre dell’Orologio. Ecco 350mila euro

Il Comune di Montecatini ha ottenuto 350mila euro dal Governo per il restauro della torre dell'Orologio, una delle sei torri rimaste delle venticinque esistenti in epoca medioevale. Un intervento significativo per valorizzare il patrimonio culturale e turistico della città.

Torre dell’Orologio. Ecco 350mila euro
Torre dell’Orologio. Ecco 350mila euro

Il Comune ottiene 350mila euro dal Governo per il restauro della torre dell’Orologio, al castello. La notizia arriva dal vicesindaco Alessandro Sartoni, assessore ai lavori pubblici. "Dal ministero delle infrastrutture – spiega – giunge la comunicazione che il Comune si è visto assegnare i 350mila euro richiesti, nel triennio 2023-2025, per procedere al finanziamento di interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e storico su immobili vincolati, in particolare riguardo alla proposta progettuale dei lavori di restauro della torre dell’Orologio a Montecatini Alto. Un altro successo dell’attività amministrativa della giunta Baroncini che pone le basi per un intervento importante al patrimonio immobiliare storico ed identitario della nostra città. L’opera andrà progettata in dettaglio nel 2024, con la collaborazione quanto mai necessaria – e dovuta ai sensi di legge – della Sovrintendenza. Un intervento significativo che sarà il logico proseguimento di quello in corso sempre a Montecatini Alto alla Rocca. Una città turistica che vuol fare del patrimonio culturale un fonte di attrazione turistica e, quindi, di benessere economico – aggiunge – non può prescindere da questo tipo di iniziative". La torre dell’Orologio è una della sei torri rimaste delle venticinque esistenti in epoca medioevale e precedenti la distruzione del paese ad opera delle truppe fiorentine del Granduca Cosimo dei Medici avvenuta a seguito dell’assedio del 1554. La struttura svolgeva una funzione esclusivamente militare, situata in posizione dominante verso la pianura. Questa torre costituiva il perno difensivo detto "Castel Nuovo" in contrapposizione a quello preesistente posto sull’altra altura nella parte Nord del paese. I merli sono stati costruiti in epoca post-medievale. Da documenti del 1552 risulta che sul lato nord della torre, in modo da essere visibile a tutto il paese, si trovava, come ancora adesso, un orologio.