Il sindaco Luca Baroncini fa il punto sul lavoro svolto dal Comune per le Terme, questa mattina, alle 11, nelle sale dell’Hotel Adua e Regina di Saba, in via Manzoni. L’amministrazione ha promosso questo incontro pubblico per far conoscere e ricordare a tutti l’impegno profuso in questo primo anno di governo della città per l’azienda. Alla stessa ora, intanto, gli esponenti del Movimento Cinque Stelle di Montecatini e i consiglieri di tutta la provincia, andranno al Tettuccio per sottoscrivere lo...

Il sindaco Luca Baroncini fa il punto sul lavoro svolto dal Comune per le Terme, questa mattina, alle 11, nelle sale dell’Hotel Adua e Regina di Saba, in via Manzoni. L’amministrazione ha promosso questo incontro pubblico per far conoscere e ricordare a tutti l’impegno profuso in questo primo anno di governo della città per l’azienda. Alla stessa ora, intanto, gli esponenti del Movimento Cinque Stelle di Montecatini e i consiglieri di tutta la provincia, andranno al Tettuccio per sottoscrivere lo speciale abbonamento annuale per l’ingresso nello stabilimento, riservato ai residenti in provincia al costo di 50 euro.

"Invitiamo tutte le forze politiche e i cittadini – dicono i grillini – a fare lo stesso, a sostegno e in aiuto del nostro bene più prezioso, che presto sarà patrimonio Unesco. Le Terme devono tornare al centro della vita economica e culturale non soltanto di Montecatini, ma dell’intera provincia di Pistoia. Per questo motivo, il nostro consigliere Simone Magnani ha invitato tutti i consiglieri del Movimento Cinque Stelle in provincia e i candidati della zona alle prossime elezioni regionali a sottoscrivere un abbonamento annuale al Tettuccio. Per tutti i residenti in provincia, l’abbonamento è decisamente conveniente: al costo di 50 euro viene compreso l’ingresso nello stabilimento per le acque o passeggiare nel parco, il 10% di sconto della piscina termale Redi e i trattamenti del centro benessere, e il 20% di sconto sulla linea cosmetica. Montecatini è stata una città termale a tutto tondo: chi veniva a farle visita veniva a respirare la cultura del relax e del benessere, non semplicemente a bere l’acqua. Chi abitava a Montecatini, godeva altresì di quella cultura e del benessere, non solo economico, scaturito dalle acque termali". Il Movimento Cinque Stelle ricorda che "Comune e Regione paiono essersi di nuovo dimenticati delle Terme di Montecatini e in città molti ne parlano più come un problema che come una risorsa. Dobbiamo invertire questa tendenza e, finché la politica non si sveglierà dal lungo torpore, dovremo essere noi cittadini a dare un impulso e un contributo, seppur minimo a quella che è stata e dovrà a tornare a essere la principale risorsa di Montecatini Terme: l’acqua". Intanto prosegue il dibattito cittadino sul futuro turistico della città. Il consigliere comunale Nicola Guelfi ha spiegato sulla sua pagina Fb che avveva proposto di "affidare l’immagine della cittàad una agenzia di Empoli che già lavora con marchi internazionali di primo livello". Da.B.