Carabinieri (Foto di repertorio)
Carabinieri (Foto di repertorio)

MonsummanoTerme (Pistoia), 24 agosto 2017 - Affittava alle lucciole il «posto di lavoro», cioè locali in cui intrattenersi con i clienti, in cambio della metà di quanto ricevevano per ogni prestazione: è stata arrestata, sorpresa proprio mentre riscuoteva il denaro. È accaduto a Monsummano Terme, dove i carabinieri, che già l'avevano denunciata per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, hanno questa volta arrestato una 48enne di origini dominicane. La donna è stata sorpresa all'interno dell'appartamento dove ospitava le lucciole, subito dopo che una prostituta 40enne brasiliana aveva appena concluso un rapporto con un cliente. L'appartamento, risultato «attrezzato» allo scopo, è stato posto sotto sequestro.