Nuove dotazioni al Galilei. E le Stem si studiano meglio

Inaugurata nei giorni scorsi l’aula mobile di scienze

Nuove dotazioni al Galilei. E le Stem si studiano meglio
Nuove dotazioni al Galilei. E le Stem si studiano meglio

È stata inaugurata nei giorni scorsi l’aula mobile di scienza della scuola secondaria Galilei di Pieve a Nievole, alla presenza della sindaca, dei genitori del professor Marchi della Fondazione Caript che grazie al suo contributo ha reso possibilità nuove opportunità didattiche per i ragazzi. Nello specifico, è stato possibile dotare la scuola di un carrello mobile, dotato di impianti elettrico e idraulico indipendenti, che si trasforma in un bancone da laboratorio attrezzato per svolgere esperimenti scientifici nell’aula in cui viene trasportato. Al carrello si aggiungono una rotaia a cuscino d’aria per lo studio del moto in assenza di attrito, un distillatore per l’osservazione dei passaggi di stato, e una varietà di altri strumenti indispensabili per lo studio attivo della fisica, della chimica e della biologia. L’obiettivo è potenziare l’insegnamento delle discipline Stem attraverso metodologie innovative, in sinergia con la Rete dei Laboratori del Sapere Scientifico. Inoltre, è in cantiere un orto didattico, anch’esso finanziato grazie al bando Scuole in Movimento, che verrà allestito nel corso di questo anno scolastico, e che permetterà di trasformare parte del giardino scolastico in un’aula all’aperto per lo studio di fenomeni naturali.