Lelia Meacci frequentava con profitto il liceo "Salutati"
Lelia Meacci frequentava con profitto il liceo "Salutati"

Montecatini Terne (Pistoia), 8 aprile 2020 - Un gravissimo lutto ha colpito la Valdinievole. Se ne è andata all’improvviso a causa di un malore fulminante mentre era ricoverata in ospedale la 18enne Lelia Meacci lasciando nello sconforto la famiglia, gli amici e l'intera comunità scolastica. Avrebbe dovuto affrontare l’esame di maturità il prossimo giugno. Frequentava il liceo scientifico Salutati a Montecatini e la sua scomparsa ha segnato profondamente in queste ore docenti, alunni e personale Ata della scuola.

Una notizia arrivata come un fulmine a ciel sereno ieri mattina quando la famiglia ha comunicato alla scuola che Lelia si era spenta all’improvviso. Tutto è avvenuto in pochissimo tempo. La giovane era stata ricoverata al Cto di Firenze dopo essere scivolata in casa. Arrivata in ospedale, dove le sue condizioni erano stabili si è spenta nel giro di pochissimo tempo a causa di un’emorragia celebrale che non le ha lasciato scampo, un malore che non ha dato alcuna avvisaglia. I genitori hanno subito dato l’autorizzazione alla donazione degli organi. Leila era tra le migliori della sua classe. Il prossimo giugno avrebbe terminato il suo percorso di studi dopo cinque lunghi anni di impegno e costanza. Oggi la salma della giovane arriverà alle onoranze funebri Romualdi di Massa e Cozzile dove si procederà, a causa dell’emergenza Coronavirus, ad una benedizione alla sola presenza dei familiari più stretti. Il feretro sarà poi accompagnato al cimitero di Montecatini Terme. La giovane Lelia oltre ai genitori lascia un fratello ma il vuoto più grande è quello che resterà tra i suoi amici, compagni di classe e professori che con Lelia hanno condiviso gli anni più belli della sua vita. Per il Salutati è il secondo grande lutto nel giro di poche settimane. Lo scorso 26 marzo si è spento l’amato insegnante di religione Marco Sarti.

 Michela Monti