Un momento della presentazione del progetto
Un momento della presentazione del progetto

Montecatini 3 settembre 2019 -  Oltre trent'anni di attesa e polemiche di ogni genere, ma questa volta i lavori di ristrutturazione nell’area ex Lazzi iniziano davvero. Prendono il via martedì 10 settembre gli interventi di restauro e risanamento conservativo delle pensiline del complesso di via Toti. I lavori previsti nell’area, progettati dallo studio dell’architetto Fabrizio Rossi Prodi di Firenze e realizzati da Bolloni Costruzioni di San Giuliano Terme, avranno un costo di circa 140mila euro, di cui oltre 12mila per la sicurezza, a carico di Montecatini Parcheggi & Servizi, a cui l’immobile fa riferimento.

Si tratta della prima tranche del progetto complessivo di ristrutturazione del complesso previsto da MP&S dai tempi dell’amministrazione di Giuseppe Bellandi. Le pensiline da rifare sono sette, ridotte ormai in cattive condizioni e che necessitano con urgenza dei lavori. Renato Cipollini, amministratore unico di Montecatini Parcheggi & Servizi spiega alcuni dettagli dell’intervento previsto. «Il cemento utilizzato per realizzare le pensiline – spiega- ha oltre sessant’anni. Emergono ormai screpolature di ogni genere, mentre gli elementi in ferro stanno arrugginendo. Verrà potenziata la resistenza di questi elementi, con materiali più forti. Le pensiline avranno la stessa forma e dimensioni, come richiesto dalla Soprintendenza alle belle arti.

Ai residenti dell’area di piazza XX Settembre, circa 85, abbiamo chiesto, nel corso dei lavori di non parcheggiare all’interno dell’area ex Lazzi, che offre 82 posti auto. Nella prima fase dei lavori, infatti, ne verranno tolti 20, mentre nella seconda 40. L’intervento, nel complesso, dovrebbe durare circa due mesi. Rimbiancheremo anche i muri dell’immobile, aumentando gli spazi destinati alla pubblicità. Per maggiori informazioni su questo servizio è possibile visitare il sito www.montecatiniparcheggi.com».
Il secondo stralcio del progetto di ristrutturazione dell’area ex Lazzi dovrebbe partire nella prima del 2020, autofinanziato dalla società, per un costo di 500mila euro, per la ristrutturazione dei vecchi appartamenti sul lato destro all’ingresso del parcheggio, circa 300 metri quadrati, in via Toti.

Qui, una volta completata l’opera, dovrebbero spostarsi gli uffici di MP&S. Nella loro precedente collocazione, dove l’intervento di ristrutturazione dovrebbe partire a metà-fine dell’anno prossimo, la giunta Bellandi voleva mettere un presidio della polizia municipale. L’ipotesi, al momento, non è in valutazione da parte dell’attuale amministrazione. Alessandro Sartoni, assessore ai lavori pubblici, sottolinea come «sia sempre importante informare la cittadinanza di queste opere con qualche giorno di anticipo. E’senza dubbio un gesto dovuto e necessario». Anche il sindaco Luca Baroncini condivido quanto espresso dall’esponente della sua giunta.