Lapenna è il quinto candidato. Il distacco dal centrodestra e la scelta di correre da solo

L’ex sindaco pronto a ufficializzare il suo impegno in prima persona per le amministrative. Il malessere dei suoi sostenitori per le scelte fatte dall’attuale giunta su terme e degrado.

Lapenna è il quinto candidato. Il distacco dal centrodestra e la scelta di correre da solo

Alberto Lapenna

Alberto Lapenna sarebbe pronto a correre da solo per l’elezione a sindaco, sganciandosi dalla coalizione che sostiene Luca Baroncini. Sono queste le ultime indiscrezioni che emergono sulle possibili scelte dell’ex sindaco. Lapenna, per il momento, non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma, con il sostegno dei numerosi amici e simpatizzanti su cui può fare affidamento, sarebbe pronto a farsi avanti in prima persona. Una scelta questa che, se dovesse concretizzarsi, non andrebbe a significare una rottura del gruppo ’Montecatini al centro’ e del suo leader politico con il centrodestra, né un possibile avvicinamento ai candidati Claudio Del Rosso ed Edoardo Fanucci.

L’elettorato dell’ex sindaco chiede, ormai da qualche tempo,spinge per cambiamenti programmatici nell’azione della giunta uscente. In parole povere, i cittadini legati a Lapenna si sarebbero aspettati azioni più concrete in termini di Terme, turismo e lotta al degrado da parte dell’amministrazione in carica. Un malessere che l’ex sindaco non ha mai espresso in termini di attacchi personali, ma che senza dubbio hanno avuto un certo peso in questa decisione.

La possibilità che Lapenna potesse correre da solo viene ventilata ormai da qualche mese e, se così fosse, deve essere stata ben ponderata. Eventuali confronti con i potenziali alleati non devono aver portato ad accordi. L’ex sindaco si è sempre distinto per una conduzione molto dinamica per i temi legati a turismo e cultura. Tra i suoi sostenitori sarebbe molto condiviso un certo malessere per le scelte fatte dall’attuale giunta. La conferma relativa alle scelte di ’Montecatini al centro’ dovrebbe arrivare all’inizio della prossima settimana.

Daniele Bernardini