"Ben 46 multe in 54 giorni e la patente sarà sospesa". Lettera aperta alla giunta

Un gruppo di cittadini critica il comportamento dell’assessore Corrieri: "Quello che ci offende è sentire dire che la giunta è mortificata"

L’incrocio tra viale Bicchierai e corso Matteotti dove è stato posizionato il T red

L’incrocio tra viale Bicchierai e corso Matteotti dove è stato posizionato il T red

Montecatini Terme, 3 agosto 2023 - Ieri sera nel consiglio comunale si è parlato dell’ormai famigerato argomento del T red ai semafori. Ma l’argomento sembra destinato a tener banco non solo nel dibattito politico, ma anche nelle proteste dei cittadini.

Una lettera aperta di cinque cittadini regolarmente protocollata in municipio e indirizzata all’assessore all’urbanistica e al traffico Emiliano Corrieri per esprimere il proprio dissenso contro il t-red di corso Matteotti: "Scrivono la presente cinque cittadini della vostra città che vi hanno oltretutto sostenuto alle ultime elezioni. Come tantissime altre persone siamo stati colpiti, a nostro vedere ingiustamente, da quell’ignobile meccanismo di monitoraggio (Telecamere) da voi fortemente voluto, che ci ha sanzionato, sempre allo stesso semaforo, per ben 46 (quarantasei) volte in circa cinquanta giorni, causandoci un ingente danno economico, ma soprattutto la perdita di punti pesanti sulla patente. Ci riteniamo persone corrette e buoni cittadini che hanno sempre cercato di fare il proprio dovere a favore della città e di chi la rappresenta. Logicamente lavoriamo con la necessità di spostarci giornalmente con i nostri mezzi e di possedere. una regolare patente di guida come la legge ci obbliga. Purtroppo per alcuni di noi con la decurtazione dei punti causata da dette sanzione, la patente verrà sospesa. Ci dà enorme rammarico doversi privare di detta patente a causa di sanzioni per averoltrepassato una linea prima del semaforo mal evidenziata (perché alquanto scolorita) e fatta arretrare a sommo studio di circa due metriper cause che ben conoscete. Asseriamo con lealtà, che troveremmo giusto sanzionarci se le nostre infrazioni fossero dovuto a guida in stato di ebrezza o sotto effetto di droghe o per aver causato incidenti per l’alta velocità, infranto vetrine con l’auto e altri mezzi (come succede giornalmente con danno alla città). Concludiamo dicendo che comunque la cosa che ci addolora e che ci fa profondamente riflettere, è sentirsi dire da lei personalmente signor assessore, che tutta la giunta è mortificata da quello che sta accadendo con queste sanzioni, rischiando di mettere in cattiva luce tutto l’organico comunale attualmente in forza, ma che a lei personalmente non gli interessa più di tanto perché tanto non si ricandiderà. Questo secondo noi è molto grave. Ci scusiamo per questo, sempre secondo noi, corretto sfogo e porgiamo cordiali saluti a tutti voi"".