DANIELE BERNARDINI
Cronaca

Nuovi migranti in arrivo, un vertice in prefettura. "Montecatini dà già il massimo"

Il Comune chiede aiuto ad altre realtà della provincia, perché ospita al momento profughi ucraini e africani. Poco probabili candidature di hotel

La prefettura con un comunicato fa il punto sul vertice con i Comuni per i migranti

La prefettura con un comunicato fa il punto sul vertice con i Comuni per i migranti

Montecatini Terme, 4 aprile 2023 – La polemica è stata sollevata dal consigliere di minoranza Helga Bracali (Azione): che cosa è stato detto al vertice tenuto in prefettura sull’emergenza causata dall’aumento degli sbarchi di profughi richiedenti asilo lungo le coste italiane e la necessità di rafforzare l’accoglienza? L’esponente dell’opposizione ha sottolineato come dal sindaco Luca Baroncini non fossero ancora arrivate dichiarazione in merito. 

Alla fine, la prefettura ha inviato un comunicato ufficiale, dove fa il punto sul vertice con i Comuni. "Il crescente numero degli arrivi dei migranti in Italia – dice l’ufficio di governo sul territorio – con il conseguente trasferimento dei richiedenti asilo in tutto Italia, ha messo in risalto come le strutture per l’accoglienza, anche nella provincia di Pistoia, non siano sufficienti per far fronte a queste esigenze". 

All’incontro del consiglio territoriale per l’immigrazione, hanno preso parte i sindaci, i rappresentanti delle forze dell’ordine, del Terzo settore e degli enti economici. La prefettura sottolinea che "tutti i sindaci hanno manifestato una generica disponibilità a contribuire reperendo immobili idonei, alcuni di loro hanno anche individuato concrete soluzioni da poter attuare nell’immediato. E’ chiaro che, non essendoci i tempi per l’espletamento di una procedura di gara, si è reso necessario optare per un avviso esplorativo per manifestazione di interesse, al fine di reperire realtà interessate a curare l’accoglienza dei cittadini stranieri. Al riguardo, è stato previsto un numero presunto di 400 posti di cui 250 per singole unità abitative e 150 per i centri collettivi con capacità ricettiva massima di 50 posti. Per le imprese o gli enti del terzo settore, i corrispettivi saranno pari a 24,57 o 29,30 al giorno o a persona, a seconda che si tratti, rispettivamente, di alloggi singoli o collettivi. A questi si aggiungono l’importo di 2,50 al giorno per il pocket money e il costo del kit di ingresso 300 euro. Per entrambi gli avvisi è previsto che gli interessati abbiano maturato una specifica esperienza in questa attività nel corso dell’ultimo triennio. Vista l’urgenza della situazione che necessita di soluzioni immediate, i tempi previsti sono strettissimi: le adesioni dovranno pervenire in prefettura entro il 13 aprile. Il bando dell’avviso è consultabile sul sito di questa prefettura all’indirizzo: www.prefettura.it/pistoia". 

Montecatini ha già due strutture temporanee per l’accoglienza ai profughi: una per i ucraini e una per quelli provenienti dall’Africa. La città, quindi, chiede aiuto agli altri Comuni della provincia per fare fronte a questa situazione. Le numerose presenze di gruppi, a cui si aggiungono individuali, non dovrebbero incoraggiare hotel e alberghi a farsi avanti per l’ospitalità.