Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
24 apr 2022

Ufficiale: Cosimo Ferri candidato sindaco "È ora di dare una scossa di vita alla città"

Dopo settimane di riflessione arriva l’annuncio: "Decisione presa con entusiasmo". Correrà con Italia Viva e il Partito Socialista

24 apr 2022

di Claudio Laudanna

"Volevamo solo essere felici". Cita Francesco Gabbani Cosimo Ferri nell’annunciare la propria candidatura a sindaco di Carrara. Una decisione tutt’altro che estemporanea, bensì ponderata a lungo e poi presa con "entusiasmo e passione". "Era da tempo ormai che riflettevo su questa possibilità e mi confrontavo anche con Matteo Renzi – racconta lo stesso Ferri -, pochi giorni fa mi ha poi colpito molto un’intervista rilasciata da Gabbani nella quale parlava, come canta nella sua canzone, della nostra volontà non solo di rincorrere la felicità, ma di farla anche rincorrere agli altri. Ho ascoltato questo brano a lungo ed è stato per me un grande stimolo". Alla fine, dunque, Ferri ha scelto di rompere gli indugi e ieri ha ufficializzato la propria corsa alla poltrona di primo cittadino alla guida di una coalizione che sarà composta dal suo partito, Italia Viva, e dal Partito socialista.

"Ci sarà sicuramente anche una lista civica del sindaco, ma le nostre porte sono aperte a tutti – mette subito in chiaro il parlamentare -. La mia non è una candidatura contro nessuno, io voglio unire. Questa città ha bisogno di una scossa per mettere a frutto tutte le sue grandi potenzialità. Quando sarò sindaco vorrò ripartire da alcuni punti cardine come la partecipazione, anzitutto, ma anche il coinvolgimento dei giovani, l’attenzione alle risorse in arrivo dal Pnrr e poi ancora la sanità chiedendo per esempio il rispetto di quanto stabilito a suo tempo per il Monoblocco e poi scuola e lavoro. Non dimentichiamo infine marmo e porto, due risorse importantissime che bisogna affrontare con serietà e competenza, nel rispetto dell’ambiente, ma anche delle imprese".

Con l’ingresso nell’agone elettorale di Ferri, che nel caso di elezione lascerà il proprio seggio romano, la lista degli aspiranti sindaco sale a sette visto che già comprende a sinistra Vittorio Briganti con La Comune, Serena Arrighi con Pd, Azione, Pri, Volt, Sce ed Europa Verde, Rigoletta Vincenti con M5s, Rifondazione, Articolo Uno, Si e Carrara progressista e a destra Andrea Vannucci, forte dell’appoggio di Forza Italia e FdI oltre che delle proprie liste civiche e Simone Caffaz con Lega, Nuovo Psi, il Pli e una folta platea di altri schieramenti. A loro si deve infine aggiungere Ferdinando Locani con Italia Sì. "Io sono convinto di andare al ballottaggio e starà quindi poi agli altri venire a cercare un eventuale punto di contatto – sottolinea Ferri -. Noi siamo pronti al confronto con chiunque voglia farlo, ma partendo dal nostro programma e dalla nostra idea di città. Certo è che, per esempio, con il Movimento 5 Stelle non vedo punti di contatto. Loro sono gli artefici dell’immobilismo in cui versa la città e il fatto che non solo il sindaco uscente, ma neppure nessuno della sua amministrazione si sia candidato è sintomo del fallimento di questi cinque anni".

Al fianco di Ferri per presentare la sua candidatura c’erano ieri anche i vertici regionali di Psi e Italia viva, l’ex sindaco Angelo Zubbani e Alice Rossetti, oltre che Fabrizio Volpi. "Questa amministrazione ha deluso – dice il primo -, ma noi ora non vogliamo dire cosa non sia stato fatto, bensì cosa bisognerà fare per dare a Carrara un futuro all’altezza. Io porterò la mia esperienza perché le richieste della città possano essere ascoltate a tutti i livelli".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?